“Giù le mani dalla mensa”. Sale la protesta per la riorganizzazione in alcune scuole a Macerata

Non si placa la protesta nei confronti della nuova sperimentazione del servizio mense in alcune scuole di Macerata. Davanti alla scuola Mameli sono comparsi alcuni cartelli con riferimento all’eccellenza delle mense comunali, da non modificare a discapito di sicurezza dei piatti in tempo di pandemia e qualità del cibo. La protesta si è esplicitata, in concomitanza con la riapertura della scuola, con l’uscita anticipata di tanti bambini, cosicché in pochissimi hanno usufruito della mensa. Il Comitato dei genitori ha già inviato una petizione al Comune con oltre 500 firme per chiedere che venga sospesa la delibera approvata a marzo per la riorganizzazione del servizio mensa. Nella sperimentazione da avviare solo il primo piatto sarà ancora preparato nelle scuole, senza essere trasportato da fuori.

Check Also

Lombardia e Marche, un binomio per il turismo. L’assessore Lara Magoni incontra il governatore Francesco Acquaroli e fa tappa a Tolentino

Il 20% dei turisti che hanno visitato le Marche nel 2020 sono lombardi: 322.089 gli …