Marche, un’altra settimana in zona gialla. Preoccupa la diffusione della variante inglese in provincia di Ancona

“Anche la prossima settimana le Marche saranno in zona gialla. Raccomando di continuare a prestare la massima attenzione, in particolare nelle zone dove il contagio sembra riprendere”. Così il Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, il quale ha organizzato ieri mattina una riunione per fare il punto sull’incremento dell’incidenza dei positivi Sars-CoV-2 nelle Marche, con un focus sulla provincia di Ancona. Particolare attenzione è stata posta nei confronti dei comuni che registrano un tendenziale dei contagi, a differenza degli altri territori provinciali marchigiani che registrano andamenti di leggera regressione della curva epidemica. Le analisi approfondite sviluppate nei comuni più coinvolti hanno rilevato la presenza della variante inglese, presente ancora in un numero limitato di casi. I Comuni coinvolti sono stati Ancona, Jesi, Falconara, Osimo, Senigallia, Fabriano, Loreto, Sassoferrato, Castelfidardo, Camerano, Castelplanio, Chiaravalle, Montemarciano e Sirolo.

Check Also

Lombardia e Marche, un binomio per il turismo. L’assessore Lara Magoni incontra il governatore Francesco Acquaroli e fa tappa a Tolentino

Il 20% dei turisti che hanno visitato le Marche nel 2020 sono lombardi: 322.089 gli …