Difficoltà respiratorie prima dell’immersione. Malore fatale per un portorecanatese all’Isola del Giglio

Stava per iniziare un’immersione all’Isola del Giglio quando un malore purtroppo non gli ha lasciato scampo. Vacanza dall’epilogo tragico per Larano Saez, 54enne di origine cubana residente a Porto Recanati, giunto da qualche giorno nell’isola toscana insieme alla compagna e agli amici del gruppo di sub. Intorno alle 12:30 di ieri, quando stava per immergersi di fronte alla scogliera de Le Scole – il punto dove naufragò la Costa Concordia il 13 gennaio del 2012 – il sub ha accusato difficoltà respiratorie. Una volta riportato sulla scogliera ha perso conoscenza e a nulla sono valse le pratiche di rianimazione effettuate dai sanitari giunti con una barca da Giglio Porto e dall’elisoccorso Pegaso. Il corpo dell’uomo è ora oggetto di esame da parte della autorità giudiziarie di Grosseto. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e la Guardia Costiera.

Check Also

Ricostruzione, il Presidente Acquaroli presenta ai sindaci a Macerata il Contratto istituzionale di sviluppo

Nella splendida cornice del Teatro Lauro Rossi di Macerata questa mattina il presidente della Regione …