Ultime notizie
Home / News / Nuove telecamere installate a Montecassiano e a Sambucheto
Nuove telecamere installate a Montecassiano e a Sambucheto

Nuove telecamere installate a Montecassiano e a Sambucheto

Più sicurezza per i cittadini di Montecassiano e della frazione di Sambucheto con le nuove telecamere. L’amministrazione comunale, per garantire una maggiore tutela dei residenti, ha disposto l’implementazione dell’impianto di videosorveglianza. Pochi giorni prima di Natale sono state installate le nuove telecamere in borgo Garibaldi nel capoluogo e in via Nazionale nella frazione di Sambucheto che presto entreranno regolarmente in funzione. In un contesto di interventi volti ad una migliore tutela della sicurezza urbana, il Comune aveva provveduto a realizzare e ad attivare un primo impianto di videosorveglianza nel centro storico. A sei mesi di distanza dall’attivazione della prima rete di telecamere per la sorveglianza urbana, è stata riscontrata l’effettiva utilità del sistema e, contemporaneamente, una positiva accettazione da parte di chi ogni giorno frequenta le strade del centro. È stato così che l’amministrazione ha deciso di ampliare l’azione di prevenzione e controllo in punti nodali, sempre nei centri abitati, del territorio comunale e in particolare lungo le due vie. La realizzazione dell’intero impianto di videosorveglianza ha richiesto un impegno di spesa di circa 25 mila euro. La gestione dell’impianto di videosorveglianza sarà garantito dall’Ufficio di Polizia locale. «Abbiamo deciso di investire risorse importanti – ha dichiarato il sindaco Leonardo Catena – per implementare un impianto di video sorveglianza in alcuni punti strategici del territorio, con l’impegno di estendere nei prossimi mesi e nei prossimi anni l’installazione di ulteriori telecamere nelle altre frazioni e negli snodi viari rurali al fine non solo di garantire maggiore sicurezza ai cittadini attraverso uno strumento di controllo del territorio e di prevenzione, ma anche con lo scopo di fornire degli ausili alle indagini delle forze dell’ordine per reati commessi nel territorio».