Didattica a distanza per superiori, seconde e terze medie. Da sabato 27 febbraio per una settimana

Scuole superiori in Dad da sabato 27 febbraio per una settimana. E’ quanto deciso dal governatore delle Marche e comunicato nella sua pagina facebook: “Nella giornata di oggi, a seguito delle analisi sull’andamento epidemiologico effettuate dai servizi regionali della sanità, abbiamo verificato un incremento significativo del tasso di incidenza del contagio nella fascia d’età delle scuole secondarie, che si registra in tutta la regione e in particolare sulla provincia di Ancona e di Macerata. Per questo, onde evitare scenari peggiori e in via precauzionale, per ridurre la circolazione del virus in ambito scolastico nelle classi di età maggiormente colpite, abbiamo deciso di adottare un’ordinanza che firmerò domattina. Da sabato 27 febbraio a venerdì 5 marzo (scadenza dell’attuale Dpcm), vanno in Dad al 100% tutte le scuole superiori delle Marche, e la seconda e la terza classe delle scuole medie della provincia di Ancona e della provincia di Macerata (la prima classe resta in presenza). Resta garantita la possibilità di svolgere la presenza per i laboratori, gli studenti con disabilità e con bisogni educativi speciali. Ci tengo a ricordare sempre che la responsabilità e il rispetto delle norme anticontagio riguardano ciascuno di noi”.
Arrivati anche i dati dell’Ufficio scolastico regionale: sono salite a 333 le classi delle scuole di ogni ordine e grado, statali e paritarie, attualmente poste in quarantena dall’autorità sanitaria in tutta la regione Marche. È quanto emerge dalla nuova rilevazione effettuata il oggi dopo i primi dati estratti il 17 febbraio scorso sulla base delle informazioni inserite dalle istituzioni scolastiche nella piattaforma predisposta dal sistema informativo creato dall’Ufficio scolastico regionale. Le classi interessate rappresentano il 3,19% delle10.492 sezioni e classi censite, dalla scuola dell’infanzia alle secondarie di secondo grado.
I dati sono stati presentati oggi nel corso di una riunione del tavolo di confronto convocato dall’Ufficio scolastico regionale, cui hanno partecipato anche l’assessore regionale Saltamartini e i rappresentanti di UPI e ANCI, per analizzare la situazione generale dell’andamento pandemico nell’ambito scolastico e assumere le decisioni conseguenti, che saranno contenute in un ordinanza che la Regione si appresta a licenziare in serata.
Si è inoltre affrontato il tema delle vaccinazioni del personale docente. Le prenotazioni potranno partire dall’1 marzo e dopo pochi giorni prenderanno avvio le somministrazioni con il vaccino AstraZeneka che riguarderanno tutte le figure professionali della scuola senza limiti né di età né di residenza.

Check Also

Lombardia e Marche, un binomio per il turismo. L’assessore Lara Magoni incontra il governatore Francesco Acquaroli e fa tappa a Tolentino

Il 20% dei turisti che hanno visitato le Marche nel 2020 sono lombardi: 322.089 gli …