Home / Taccuino / Macerata aderisce alla Settimana Europea della Mobilità. Tre incontri in programma il 19, 22 e 23 settembre
Macerata aderisce alla Settimana Europea della Mobilità. Tre incontri in programma il 19, 22 e 23 settembre

Macerata aderisce alla Settimana Europea della Mobilità. Tre incontri in programma il 19, 22 e 23 settembre

Il Comune di Macerata aderisce alla 17esima edizione della Settimana Europea della Mobilità in programma dal 16 al 23 settembre, divenuto nel tempo un appuntamento di fondamentale importanza per le amministrazioni e i cittadini interessati alla sostenibilità e al miglioramento della vita cittadina. L’obiettivo, che troverà forma nel Piano Urbano di Mobilità Sostenibile (PUMS), è di favorire lo spostamento di persone, merci e servizi attraverso il ricorso a sistemi più ecologici, che riducano al minimo gli impatti su ambiente e salute, in termini di inquinamento acustico, smog, emissioni, congestione da traffico e incidentalità. Tre gli appuntamenti organizzati dal Comune di Macerata in linea in tema di mobilità sostenibile. Si inizia mercoledì 19 settembre alle ore 17 con l’incontro pubblico “Mobilità sostenibile ed elettrica”, preso la Biblioteca Mozzi Borgetti., cui prenderanno parte l’assessore regionale ai Trasporti Angelo Sciapichetti, per l’Amministrazione comunale l’assessore alla Mobilità e Ambiente Mario Iesari, Tito Berti Nulli della Sintagma, la docente Chiara Feliziani dell’Università di Macerata e Nicola Cantagallo dell’Enea. Il secondo appuntamento, in programma sabato 22 settembre alle 10 all’ITC Gentili di Macerata, si intitola “Strada maestra: parliamo insieme di sicurezza stradale”, incontro rivolto agli studenti che vedrà la partecipazione di Marco Scarponi, fratello del ciclista Michele Scarponi morto prematuramente a causa di un incidente stradale, Paolo Nanni per il progetto Stammibene e Roberto Acquaroli dell’Università di Macerata. L’ultima iniziativa, “Insieme lungo le mura” è in programma domenica 23 settembre e riguarda la temporanea creazione di una zona 30, con limite massimo di velocità fissato a 30 km/h, lungo l’anello delle mura cittadine per permettere la coabitazione in sicurezza di auto e ciclisti. L’esperimento durerà due ore, dalle 10,30 alle 12,30, con l’esposizione di cartelli stradali e informativi e la presenza di vigili urbani per il controllo e l’informazione.