Ultime notizie
Home / News / San Giuliano l’Ospitaliere: sette giorni di festa a Macerata per il santo patrono
San Giuliano l’Ospitaliere: sette giorni di festa a Macerata per il santo patrono

San Giuliano l’Ospitaliere: sette giorni di festa a Macerata per il santo patrono

Due serate con il teatro dialettale, la festa di compleanno per Macerata, lo scambio di buone pratiche e un confronto di idee per sottolineare con un convegno che L’Europa è dei giovani. Tante le novità che si affiancano quest’anno ai tradizionali balli in piazza, alla fiera, agli stand gastronomici, alla Marguttiana e ai fuochi d’artificio, per celebrare la festa del patrono San Giuliano. Il ricco programma di eventi, organizzato dall’assessorato alla Cultura del Comune insieme alla Pro Loco Macerata al quale ha contribuito anche il Centro Italiano Femminile, è stato presentato questa mattina durante una conferenza stampa alla presenza del vice sindaco e assessore alla Cultura Stefania Monteverde, del presidente della Pro loco Macerata Virginio Micozzi e di Roberto Abrardo, consigliere della stessa associazione.
“San Giuliano è la festa della comunità maceratese che ritrova se stessa intorno alla storia e alle tradizioni della cultura popolare” ha affermato l’assessore Stefania Monteverde “La novità è Buon compleanno Macerata, la rievocazione storica del 29 agosto 1138 quando venne firmato l’atto di fondazione del libero comune. È una serata di festa di piazza per ritrovare la serenità della nostra vita di comunità e per invitare i turisti a tre giorni di festa con noi. Ringrazio a nome dell’Amministrazione comunale anche la Confcommercio Macerata per il tradizionale e immancabile appuntamento con la Marguttiana d’arte e il Cif San Giuliano Macerata che ha arricchito con tante iniziative la festa del patrono”.
Si inzia giovedì 23 agosto, alle 17.00, con l’inaugurazione della pinturetta in onore di san Giuliano nel giardino adiacente la chiesa di santa Croce. Venerdì 24 e sabato25, al via la due giorni con il teatro dialettale a cura del Gruppo Teatrale AVIS Macerata. Il teatro a piazza Mazzini è la prima novità dell’edizione 2018 delle feste patronali ed è stata pensata come prosecuzione della fortunata rassegna estiva dei Giardini Diaz. Due le commedie ad ingresso gratuito che avranno inizio alle 21.30 nella piazza adiacente lo Sferisterio: L’intrallazzi de don domé con il Gruppo Teatrale AVIS Macerata (venerdì 24 agosto) e Che carogna la cicogna della Compagnia Lucaroni di Mogliano (sabato 25). Sempre sabato 25 nelle vetrine dei negozi del centro storico al via la Mostra del fischietto in terracotta, a cura del Cif San Giuliano di Macerata.
Domenica 26,  appuntamento con Dialettando insieme e merenda tradizionale maceratese nel Cortile di Palazzo Conventati (piaggia della Torre 8) alle 17.00. Una rassegna di poesie dialettali e degustazione di prodotti tipici a cura di Centro Italiano Femminile Comunale“San Giuliano”.
Mercoledì 29 un pomeriggio di animazione per bambini alla scoperta dei giochi antichi e delle attività all’aria aperta con I giochi dei nonni e l’Esposizione di giocattoli antichi. Appuntamento nel Cortile di Palazzo Conventati (piaggia della Torre 8) alle17.00 con gli animatori e i volontari dell’ Ecomuseo Case di terra di Villa Ficana e del Cif.  Ma mercoledì 29 agosto è anche il giorno del compleanno di Macerata. Buon compleanno Macerata! È il titolo della rievocazione storica voluta dall’Amministrazione comunale e dalla Pro Loco per ricordare l’atto di fondazione della città, sottoscritto il 29 agosto 1138 così come testimoniato dalla lapide affissa nel cortile della sede del Municipio in piazza della Libertà. Alle 18,30, nel cortile municipale, al via La storia della nascita di Macerata. Un racconto a più voci con due tamburini e un araldo che annunceranno l’evento alla popolazione. Alle 21.30 in piazza della Libertà Esibizione degli arcieri in costume e partenza di due cortei, uno proveniente dalla zona del Duomo (Podium Sancti Juliani) l’altro da piazza Oberdan (Castrum Maceratae), che si incontreranno sul sagrato di San Paolo per la lettura dell’atto di fondazione della città e la firma del contratto tra i Signori e il Vescovo di Fermo. Seguiranno i festeggiamenti con danze medievali e lo spettacolo Incanto con trampolieri, fuochi d’artificio, spade fiammeggianti e ambientazioni fiabesche. Durante tutta la serata una voce narrante illustrerà lo svolgersi degli avvenimenti storici del 1138.
Giovedì 30 agosto, con la Festa dell’ospitalità, al via un importante momento di riflessione. La tavola rotonda L’Europa è dei giovani. La partecipazione civica per il futuro dell’Unione, in programma alle 9.30 nella ex sala di Banca Marche in via Padre Matteo Ricci, riporterà l’attenzione sull’importanza dei giovani per la costruzione di una nuova Europa.
Sarà un momento di scambio di buone pratiche e di confronto di idee tra i giovani delle città gemellate. Come ogni anno infatti la festa di san Giuliano si svolge alla presenza degli amici di Issy Les Moulineaux, Weiden, Floriana, Kamez e Girocastro. “Il futuro dell’Europa è nelle mani dei giovani” ha sottolineato l’assessore alle politiche europee del Comune Federica Curzi “Con questo incontro diamo voce ai ragazzi che vivono l’Europa da nazioni diverse. Raccoglieremo le loro proposte e le loro idee perché sono loro ad avere un ruolo attivo verso la costruzione di politiche democratiche e di un’Europa unita”.  Il convegno è strutturato “al contrario”, ha spiegato l’assessore Curzi. Inizia dalla voce dei giovani, dalle loro proposte e prosegue con gli interventi delle associazioni e istituzioni pubbliche . Al termine sarà stilato un documento che darà voce ai Comuni d’Europa e che sarà inviato alle istituzioni europee.
Nel pomeriggio del 30 agosto, alle 17,30, taglio del nastro per la Nuova Marguttiana d’arte nella Galleria degli antichi forni che resterà aperta fino al 1° settembre e al via anche la Fiera di san Giuliano. Dalle 19,30 apertura degli stand gastronomici e dalle 21 balli e musica in piazza della Libertà.
Il 31 agosto, festa di san Giuliano, dalle 17,30 spettacolo itinerante con le Majorettes del gruppo Koreos. Alle 18.00, sul sacrato della Cattedrale, Concelebrazione Eucaristica presieduta dal vescovo Nazzareno Marconi e offerta del cero votivo da parte del Comune. A seguire processione per le vie del centro storico. Alle 20,30 in piazza della Libertà Cerimonia dell’ospitalità con le città gemellate  mentre alle 21,30, presentazione ufficiale della squadra di volley Menghi Shoes che rappresenterà il capoluogo nella serie A2 del prossimo campionato. A seguire musica e balli e alle 23.30, in viale Leopardi, spettacolo pirotecnico con i Fuochi di san Giuliano.