La Giunta Regionale ha approvato le modalità attuative del Fesr 2014/2020: 337,3 milione disponibili

Programma Mapo-Fesr: bandi via Pec a imprese, maggiore semplificazione, integrazione dei fondi europei e  stop a finanziamenti a pioggia. Lo ha annunciato in conferenza stampa, l’assessore regionale alle Politiche comunitarie, Manuela Bora. Le novità partiranno a gennaio e sarà questo il primo step verso “una migliore accessibilità alle risorse Ue”, come ha sottolineato l’assessora illustrando le principali novità della programmazione del Por Fesr 2014-2020 dopo il via libera dell’atto da parte della Giunta. La dotazione del Mapo-Fesr è di 337,3 milioni di euro con un incremento del 17%, pari a 50 milioni, rispetto alla precedente programmazione 2007-2013. Le aree d’intervento sono sei: innovazione con 114 milioni di euro, agenda digitale con 24,3 milioni, competitività con 67,8 milioni, efficienza energetica con 65,4 milioni, prevenzione e gestione rischi climatici con 22,8 milioni. Infine, cultura e turismo con 32,6 milioni di euro

Check Also

Raddoppiano le iscrizioni extra UE all’Università di Macerata. Arrivate 3 mila domande

L’emergenza da Covid 19 non frena la corsa all’internazionalizzazione dell’Università di Macerata: per l’anno accademico …