Ultime notizie
Home / In Diocesi / “Educazione stupefacente?”, come proteggere i giovani dalle droghe. Incontro con Giuseppe Bommarito alla parrocchia Buon Pastore
“Educazione stupefacente?”, come proteggere i giovani dalle droghe. Incontro con Giuseppe Bommarito alla parrocchia Buon Pastore

“Educazione stupefacente?”, come proteggere i giovani dalle droghe. Incontro con Giuseppe Bommarito alla parrocchia Buon Pastore

«Educazione “stupefacente”? Proteggere adolescenti e giovani dalle illusioni delle droghe». E’ l’argomento che dà il via al XIII ciclo d’incontri organizzati nella parrocchia del Buon Pastore a Macerata (quartiere Collevario), stasera alle 21.15. Gli appuntamenti sono il frutto della collaborazione di ben nove associazioni riunite nella Rete per l’Educazione. Relatore della serata sarà l’Avv. Giuseppe Bommarito, fondatore e presidente dell’Associazione «con Nicola oltre il deserto dell’indifferenza», nata per contrastare e prevenire lo spaccio e il consumo di stupefacenti dopo la tragica esperienza della morte del figlio per overdose.
Un impegno più incisivo sul fronte dell’educazione e della prevenzione della tossicodipendenza potrebbe infliggere un colpo letale alla criminalità organizzata. Invece in moltissime città si continuano ad aprire locali per la vendita di Marjuana legale,a basso contenuto di THC (principio attivo della cannabis), su internet sono facilmente reperibili droghe sintetiche con formulazioni sempre nuove che rischiano di sfuggire agli elenchi delle sostanze illegali nella normativavigente.Ciò, purtroppo, porta a tollerare e talvoltaa considerare accettabileo inevitabile la cultura dello sballo. La propaganda alla trasgressione e all’uso/abuso di sostanze sembra non conoscere crisi: iniziata con il rock negli anni 60/70 ha attraversato tutti i generi musicali, fino ad approdare al recentissimo fenomeno del Trap. Ma scuola, famiglia e realtà associative del territorio davvero non possono fare altro che assistere a questa terribile deriva che mette a repentaglio la vita dei nostri ragazzi? È possibile invertire questa tendenza? Da dove iniziare? A queste e ad altre domande si proverà a dare risposta con l’incontro di venerdì prossimo all’auditorium Buon Pastore in via Pavese n. 2, a Macerata.
Prossimi appuntamenti del XIII ciclo d’incontri dal tema “Educare in Famiglia” saranno: venerdì 15 marzo ore 21.15 «”Nel nome del Padre” La figura paterna nell’educazione, spunti di riflessione e aiuto alle situazioni in difficoltà» con il dott. Samuele Cognigni, psicologo e psicoterapeuta; domenica 19 maggio ore 16 «Accogliere, Ascoltare, Accompagnare: voci del verbo educare» con la biblista prof.ssa Rosanna Virgili, in occasione dell’incontro diocesano delle famiglie.
Aderiscono alla Rete per l’Educazione: Azione Cattolica, ACLI, Age (Associazione genitori), Movimento per la Vita e per l’Infanzia, UCIIM (insegnanti e dirigenti delle medie e delle superiori), Figli della Luce e AIART (Associazione Cittadini Mediali).