Caldo record nelle Marche. Coldiretti denuncia il rischio siccità nelle campagne

E’ un giugno bollente quello che si sta vivendo nelle Marche, con le massime superiori di 4,6 gradi alla media del periodo, mentre le piogge si sono praticamente azzerate. A lanciare l’allarme è la Coldiretti regionale sulla base degli ultimi dati del Ministero delle Politiche agricole relativi alla prima decade del mese. La temperatura media massima ha raggiunto il record di 28,1 gradi, contro i 23,5 del periodo, ma anche le minime si sono alzate considerevolmente (+2,8 gradi). L’ondata di caldo, sottolinea Coldiretti, preoccupa gli agricoltori, soprattutto per il rischio siccità, considerato che nei primi dieci giorni di giugno è caduto il 99,5 per cento di pioggia in meno, iniziando a far sentire i suoi effetti sulle coltivazioni e costringendo ad irrigazioni di soccorso, con un conseguente aumento dei costi di produzione. Ma il mix di caldo e assenza di precipitazioni alimenta anche il pericolo di incendi. Si tratta di una conferma, secondo Coldiretti, dei cambiamenti climatici in atto che si manifestano con eventi estremi, da temperature torride a violente precipitazioni.

Check Also

Angelo Sciapichetti è il nuovo presidente della Croce Verde di Macerata. Direttore sanitario Marco Sigona

Il Consiglio Direttivo della Croce Verde di Macerata ha nominato presidente: Angelo Sciapichetti; Vice Presidenti …