Sono stati 115 i controlli effettuati in materia di rifiuti, anche con l’ausilio di videocamere, di cui 15 dietro segnalazioni e 100 di iniziativa, che hanno portato alla contestazione di 34 violazioni. E’ questo il dato più significativo che emerge dalle statistiche dell’Unità Operativa Tutela Ambientale della Polizia locale tracciati da gennaio scorso fino ad oggi.
“Migliorare il decoro e la sicurezza della città è una delle nostre priorità – commenta l’assessore alla Sicurezza e al Decoro urbano Paolo Renna – e in questo senso le segnalazioni che pervengono al Comando della Polizia locale ci aiutano a monitorare con più precisione le aree oggetto di abbandoni di rifiuti, e non solo, e soprattutto a garantire interventi sempre più tempestivi. Richieste che si affiancano all’attività che gli agenti preposti al servizio esplicano comunque quotidianamente sempre con l’obiettivo di rendere la città più vivibile e migliorarla a beneficio di tutta la collettività”.
Mentre è ancora in corso l’attività per risolvere alcune problematiche che sono emerse nelle aree di cantiere abbandonate in via del Piccinino, per quanto riguarda il settore Edilizia da segnalare che l’attività di vigilanza ha registrato un aumento che ha portato a 18 controlli, eseguiti anche in collaborazione con tecnici del Comune, grazie ai quali sono state accertate diverse violazioni anche di rilevanza penale.
“L’attività portata avanti dall’Unità Operativa Tutela Ambientale, oltre a essere una priorità del Servizio, è anche un valore aggiunto rispetto al lavoro che il Comando di Polizia locale porta avanti ogni giorno e, grazie alle specifiche competenze degli agenti che operano al suo interno, si raggiungono risultati positivi – commenta il Comandante Danilo Doria -. Preziosa, in questo senso, è la collaborazione con il personale dell’Ufficio tecnico e dell’Ufficio Ambiente con cui abbiamo avviato approfondimenti in merito al Superbonus del 110% per la realizzazione di interventi finalizzati all’efficienza energetica e al consolidamento statico degli immobili”.
In totale, comunque, i sopralluoghi effettuati per richieste di accertamento, comprese quelle con soluzione immediata, sono stati 404 invece i controlli per inquinamento acustico e disturbo della quiete pubblica15 tra autorizzazioni e pareri rilasciati per ciò che concerne la pubblicità3 le violazioni contestate per affissioni abusive50 i controlli dei detentori sulla conduzione dei cani e 2 i verbali di accertamento di violazioni, 4 i posizionamenti della videocamera mobile per  il controllo dell’abbandono rifiuti e 10 i sopralluoghi congiunti effettuati  con altri servizi del Comune di Macerata e altri Enti.