Macerata ospita i Campionati Italiani di Scacchi Seniores. Dal 25 settembre al 2 ottobre a Palazzo Bourbon del Monte

Ancora un evento di primo piano per Macerata Città Europea dello Sport 2022 che, dal 25 settembre al 2 ottobre, ospiterà nei locali di Palazzo Bourbon del Monte, sede della Società Filarmonico Drammatica, la 44^ edizione dei Campionati Italiani di Scacchi Seniores.
Si tratta di uno dei primi risultati dell’accordo quadro siglato nel gennaio scorso dalla Federazione Italiana Scacchistica Italiana e dall’Università degli Studi di Macerata finalizzato ad avviare un percorso di conoscenza e di avvicinamento a questa pratica sportiva.
La manifestazione è stata presentata oggi, all’Auditorium della Biblioteca Mozzi Borgetti, alla presenza dell’assessore allo Sport Riccardo Sacchi, del presidente e del vicepresidente della Federazione Italiana Scacchistica rispettivamente Luigi MaggiLorenzo Antonelli, del Rettore Francesco Adornato, del direttore generale Unimc Mauro Giustozzi, del presidente della Società Filarmonico Drammatica Enrico Ruffini, di Eleonora Lamberti del CdA dell’Apm in rappresentanza del presidente Gianluca Micucci Cecchi, di Giovanni Torresi vicepresidente vicario Coni Marche, di Stefano Rapelli di BPER Banca e Fabio Romagnoli di Mc Consulting Unipol. Questi ultimi due sponsor di Macerata Città Europa dello Sport 2022.
Dopo l’introduzione dell’assessore allo Sport, Riccardo Sacchi, la parola è passata al il presidente della Federscacchi Lugi Maggi che ha affermato: “Con molto piacere e per diversi motivi abbiamo scelto Macerata per questa importante manifestazione degli scacchi italiani. Il primo è che vorremmo che la città nel tempo diventi uno dei punti di riferimento per il movimento scacchistico del centro Italia, grazie all’accordo quadro con l’Università degli Studi di Macerata, firmato nel gennaio scorso, e di cui questo campionato è il primo risultato tangibile. Poi, per l’accoglienza e il sostegno che l’Amministrazione comunale e l’Azienda Pluriservizi Macerata ci hanno offerto nell’organizzare la competizione, che si inquadra a meraviglia nelle iniziative di Macerata Città Europea dello Sport 2022. Infine, perché il torneo si gioca in una sede particolarmente prestigiosa, quella offerta con vero spirito di collaborazione dalla Società Filarmonico Drammatica, che regala prestigio a tutta l’iniziativa. Il Campionato italiano seniores è un torneo importante nel calendario delle iniziative della Federazione Scacchistica Italiana. Perché i giocatori oltre i 50 anni sono sempre più numerosi, e agguerriti, e il loro valore non è scalfito dall’età. Non solo: in questo settore siamo tra i primi al mondo, come dimostra il terzo posto dell’Italia nel Mondiale Seniores a squadre che si è disputato a giugno scorso ad Acqui Terme. I maceratesi potranno vedere alla scacchiera autentici campioni e partite di ottimo livello. E comprendere più a fondo la magia degli scacchi, che non si spegne con l’avanzare dell’età, anzi diventa ancora più fascinosa grazie ai suoi aspetti storici e culturali”.
L’assessorato comunale allo Sport, Turismo ed Eventi di Riccardo Sacchi, ha patrocinato il Campionato per le peculiarità della manifestazione che la vedono inserita perfettamente nel progetto di Macerata Città Europea dello Sport 2022.
“Anche in questo caso – è intervenuto il Rettore Francesco Adornato –  l’Università è stata  generatore di energie e di dinamismo. Questi campionati sono per noi una circostanza molto positiva così come per tutti gli operatori della città”. Inoltre, ha sottolineato come gli scacchi siano inclusivi, in grado di  eliminare ogni tipo di barriera, anche mentale, e come l’Ateneo  negli ultimi cinque anni abbia costruito  percorsi di inclusione investendoci.
Il campionato, manifestazione ufficiale della FSI, vedrà nei giorni della kermesse la presenza stabile a Macerata di un centinaio di persone tra giocatori, arbitri e personale dell’organizzazione. Si svolgerà in due tornei, con 9 turni, sempre al pomeriggio alle 15, eccetto il doppio turno la mattina (ore 9) e il pomeriggio di martedì 27 settembre, e vedrà protagonisti giocatori over 50 e over 65. Accesso libero per il pubblico che potrà assistere in assoluto silenzio alle partite.
I Campionati seniores seguono le regole valide in tutto il mondo, e sancite dalla FIDE la Federazione internazionale degli scacchi, che organizza anche Campionati del mondo over 50 e over 65. In particolare il prossimo si svolgerà ad Assisi, nel novembre di quest’anno, mentre il Campionato del mondo seniores a squadre si è tenuto ad Acqui Terme, a giugno 2022, e ha visto il successo dell’Inghilterra, mentre l’Italia si è classificata terza.
I benefici degli scacchi per le persone in età matura, sono confermati da diverse ricerche scientifiche che hanno dimostrato come aiutino la capacità di memorizzare, di pianificare e risolvere i problemi. E di conseguenza di incentivare la memoria, la vista, l’esplorazione visiva e il problem solving, aumentando l’attenzione, la capacità di concentrarsi sui dettagli, di prevedere obiettivi nel medio e lungo termine, di esercitare la critica ai nostri stessi errori, di valutare la strategia che stiamo usando.
Gli scacchi, inoltre, sviluppano la working memory, la memoria prospettica, vale a dire quella del futuro, e anche la capacità di autocontrollo, insegnando a regolare le nostre emozioni in base alla strategia che abbiamo in mente.
Non va nemmeno trascurato l’aspetto “socializzante” della disciplina che, pur giocandosi “uno contro uno” in silenzio, in realtà nel pre e post partita favorisce il dialogo, la comunicazione, la relazione empatica con colleghi e avversari. E c’è anche chi pensa che possano essere un utile contributo per dare sollievo a chi soffre di forme depressive.

 

Check Also

I campioni dell’Italvolley ricevuti dal Presidente Matterella. Anzani, Balaso e Bottolo presenti per la Lube

I campioni del mondo Simone Anzani, Fabio Balaso e Mattia Bottolo sono rientrati ieri in …