Banca Macerata in crescita. Triplicato l’utile a quota 2,4 milioni di euro.

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Macerata ha appena approvato il bilancio semestrale al 30/06/2022, che si è chiuso con risultati veramente eccellenti. L’utile lordo di € 3,6 mln. e netto di € 2,4 mln., risultano quasi triplicare quanto fatto nello stesso periodo dello scorso esercizio, che si era chiuso con un risultato lordo di € 1,2 mln. e netto di € 0,85 mln.
Entra nel dettaglio il Direttore Generale Toni Guardiani: tutti gli elementi economici sono in crescita: il margine di interesse ha registrato un incremento di € 1,4 mln. (+26,2%), attestandosi a € 6,6 mln., rispetto i 5,2 mln. del 30/06/2021; in miglioramento anche le commissioni nette e i profitti da operazioni finanziarie. Per effetto dei suindicati andamenti, il margine di intermediazione ha segnato un incremento di quasi il 30% (+ € 1.817 mila), passando da € 7 mln a € 8,8 mln.
In tale contesto anche la qualità del credito continua a migliorare, frutto di un approccio prudenziale che ha sempre caratterizzato la Banca.
Risultano, in ultimo, leggermente in incremento i costi operativi complessivi dell’1,2%, in ragione dell’aumento delle spese amministrative (+3,5%) e della contestuale riduzione delle spese per il personale (-1,5%).
A seguito di quanto sopra si evidenzia come l’indicatore “cost/income ratio” sia notevolmente migliorato, attestandosi a circa il 55%.
I volumi operativi complessivamente intermediati dalla Banca hanno raggiunto un valore prossimo al miliardo di euro, sostanzialmente in linea con le previsioni.
Il comparto creditizio ha registrato una crescita lorda di € 9,3 mln, l’incremento della raccolta diretta è stata di €8,7 mln.
Anche sul piano patrimoniale la Banca si conferma su livelli soddisfacenti con il Total Capital Ratio (TCR) che si è attestato a 14,49%.
Il Direttore Generale conclude affermando che, per ogni approfondimento, può essere consultato il fascicolo del bilancio semestrale pubblicato sul sito istituzionale della Banca.
Nell’esprimere soddisfazione per i brillanti risultati, il Presidente – Ferdinando Cavallini – sottolinea come il Consiglio di Amministrazione, in un momento così difficile, in cui il costo della vita è tanto aumentato, ha voluto far sentire la vicinanza ai suoi dipendenti e collaboratori, deliberando l’erogazione di un buono carburante di euro 200, quale segno della volontà di essere in qualche modo vicini a tutti i dipendenti e collaboratori che, di fatto, rappresentano la vera forza di Banca Macerata e ai quali va riconoscenza per l’impegno, la dedizione ed il senso di appartenenza all’Istituto.

Check Also

Incidente sul lavoro in un’azienda a Tolentino. Morto il 26enne Victor Peter di origini nigeriane

Incidente mortale sul lavoro, stamattina, a Tolentino. Victor Peter, 26enne di origini nigeriane residente a …