Estate, diocesi di Macerata impegnata nell’integrazione degli ucraini e raccolta fondi

La diocesi di Macerata fin dai primi giorni dell’aggressione russa all’Ucraina si è mossa in sostegno delle popolazioni colpite dalla guerra avviando una raccolta fondi. Questi sono stati immediatamente trasmessi alla diocesi di Kiev che li ha impegnati in aiuti umanitari e per l’acquisto di alimenti per i bisognosi.
Successivamente, a fronte dell’afflusso in Italia di un numero consistente di profughi, ha favorito l’accoglienza in proprie strutture e presso famiglie di numerosi nuclei familiari e di persone singole.
Ora, nel periodo estivo, l’obiettivo si sposta sul favorire l’integrazione delle persone accolte, così che possano considerarsi non solo ospiti alloggiati, ma si sentano parte delle nostre comunità. Vorremmo, a questo scopo, far vivere esperienze aggregative e di conoscenza del nostro Paese, realizzando, ad esempio, escursioni nella natura e uscite culturali, facendo partecipare i bambini ai centri estivi e offrendo corsi formativi per le mamme. Puoi sostenere il progetto con una donazione (vedi il volantino).
Per informazioni rivolgersi all’ufficio pastorale della Caritas diocesana.

Check Also

Don Fabio José Olano Carranza è il nuovo parroco di Santa Maria delle Vergini di Macerata

Dando seguito alle reiterate richieste dell’attuale parroco don Giovanni Cararo di poter lasciare il ministero …