Prorogata fino al 1° maggio la mostra su Raffaello allo Sferisterio di Macerata

Grazie al beneplacito della Regione Marche l’esposizione “Raffaello. Una mostra impossibile”, allestita negli spazi del Corridoio Innocenziano dell’arena Sferisterio e che che sta riscuotendo consensi da parte del pubblico, è stata prorogata fino al prossimo 1° maggio.
Nata per contribuire a celebrare il 500° anniversario della morte del Divino Pittore, ideata e curata da Renato Parascandolo e la direzione scientifica di Ferdinando Bologna recentemente scomparso, la mostra raccoglie 45 dipinti riprodotti rigorosamente in dimensione reale e ad altissima definizione, capolavori disseminati in musei, luoghi sacri e collezioni private di 17 città del mondo.
Obiettivo della mostra è quello di rivolgersi prevalentemente ai giovani, di avvicinare gli studenti e le scuole all’arte e alla cultura e a quanti non frequentano abitualmente i musei e le esposizioni d’arte.
“Abbiamo prorogato la mostra per dare la possibilità alle scuole di visitare la mostra in primavera – interviene l’assessore alla Cultura Katiuscia Cassetta – quando mi auguro potranno uscire e la visita sarà gratuita per le scuole di Macerata. La mostra sarà valorizzata da eventi e incontri che verranno organizzati durante l’esposizione in collaborazione con Sistema Musei. Siamo già al lavoro per la programmazione di nuove mostre per la primavera ed estate 2022.”
L’esposizione, allestita grazie alla collaborazione fra il Comune di Macerata, la Regione Marche e l’Agenzia Nazionale del Turismo (ENIT), è visitabile dal martedì alla domenica con orario 10 – 13 / 15 – 17:30.
Oltre alla mostra dedicata alle opere di Raffaello, Macerata in questo periodo offre altre opportunità nel campo dell’arte con una ricca proposta di mostre.
Fino al 31 gennaio, infatti, nelle Sale Antiche della Biblioteca comunale, la mostra iconografica e documentaria dedicata a Dante e le Marche “In quella parte del libro de la mia memoria». Incunaboli, edizioni e studi danteschi conservati nella Biblioteca comunale “Mozzi Borgetti”, dove è esposta una ricca selezione sia di edizioni della Commedia e di altre opere del Sommo poeta, sia di libri e opuscoli che hanno segnato tappe essenziali e rilevanti degli studi danteschi, dal Quattrocento al primo Novecento, anche con una sezione dedicata alla nostra regione. A corredo della mostra è anche esposta, in occasione dei 120 anni dalla nascita e 40 dalla scomparsa dall’artista maceratese, l’opera Dante Alighieri Ivo Pannaggi, concessa dal Centro Studi Pannaggi,
La mostra è stata organizzata all’interno di un’offerta culturale differenziata avviata nel maggio del 2021 in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante- frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata e l’assessorato alla Cultura e all’Istruzione del Comune di Macerata – grazie al lavoro progettato da un Comitato organizzativo di esperti, con il coordinamento scientifico della professoressa Laura Melosi di UniMC e l’apporto istituzionale dell’assessore Katiuscia Cassetta
La mostra è visitabile secondo i consueti orari di apertura della biblioteca: dal lunedì al venerdì 9 – 13.30 e 14 – 18.30, il sabato 9 -13.
Anche i Musei civici offrono due proposte di rilievo. La prima mostra è quella allestita nello spazio Mostre temporanee di Palazzo Buonaccorsi. Si tratta di “Inside” dell’artista Elena Giustozzi vincitrice del Premio Pannaggi / Nuova Generazione 2021 ideato dall’Associazione Amici di Palazzo Buonaccorsi e rivolto agli artisti emergenti under 40 della nostra regione.
La mostra in corso fino al 27 febbraio 2022 nell’ambito della Rassegna Contemporanea.Mente, offre al pubblico opere raffinate e suggestive frutto di una pittura colta e sapiente che dà vita a delicati mondi racchiusi in una superficie specchiante, vasche da giardino in cui ristagna acqua piovana che rinserra un microcosmo di fiori, foglie, pollini, e piccoli insetti. La mostra è visitabile dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17.30.
Al piano nobile di palazzo Buonaccorsi, fino al 30 gennaio, i visitatori hanno l’occasione di ammirare anche una piccola ma preziosa mostra intitolata “La buona tavola” con i volumi della Biblioteca Mozzi Borgetti e le opere dei Musei dedicati al cibo.
In esposizione anche i raffinati erbari di Pietro Andrea Mattioli e John Edwards che forniscono, oltre alla descrizione delle piante, anche ricette realizzate con esse, sia mediche che gastronomiche.
La mostra è visitabile fino al 30 gennaio 2022, dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17:30.

Check Also

Le Vibrazioni, Vecchioni e AKA 7even aprono la stagione dei concerti in piazza XX Settembre a Civitanova

Le Vibrazioni e Briga, Roberto Vecchioni, AKA 7even: bentornati concerti in piazza XX Settembre! Rallentate …