Notte dell’Opera, a Macerata tanti spettacoli celebrativi. E la nuova proposta Black Aida

La Notte dell’Opera torna a Macerata, oggi dalle 19 alle 24, una serata celebrativa nel segno dei cento anni dell’opera allo Sferisterio. Le zone della città coinvolte nelle attività saranno il Centro Storico, Corso Cavour e Corso Cairoli. Il programma si svolgerà naturalmente nel pieno rispetto delle norme sanitarie in vigore e con la massima attenzione e collaborazione richiesta a tutti i partecipanti, artisti e pubblico.
La serata – oltre ai sette nuovi progetti artistici vincitori del bando sostenuto da Banco Marchigiano Credito Cooperativo Italiano che, con l’Associazione Arena Sferisterio, il Comune di Macerata e Confcommercio Marche Centrali, per il quarto anno è legato all’iniziativa – sarà arricchita da altri spettacoli come Black Aida, il recital di alcuni artisti del festival, il laboratorio teatrale di UniMC, il workshop dedicato alla mostra “The Flying Dutchman” di Fabrizio Cotognini, lo spettacolo coreografico del Liceo Coreutico, e ancora postazioni trucco ispirate alla tradizione egiziana ed etiope per adulti e bambini e infine stand allestiti da Confcommercio Marche Centrali e Confartigianato Benessere. Inoltre sarà anche possibile visitare le mostre a Palazzo Ricci Dante Ferretti, effimero per errore e al GABA.MC Aida 1921 – La prima stagione lirica allo Sferisterio di Macerata nelle foto Balelli (sino alle ore 24).
L’ingresso agli spettacoli della Notte dell’Opera è gratuito con prenotazione obbligatoria; il dettaglio del programma è disponibile su sferisterio.it/nottedellopera2021
In occasione della Notte dell’Opera, alle ore 19 nel Cortile di Palazzo Buonaccorsi avrà luogo la prima rappresentazione dello spettacolo Black Aida con la drammaturgia di Simone Guerro, che cura la regia insieme a Filippo Ughi, e l’elaborazione musicale dall’Aida di Giuseppe Verdi realizzata da Gianfranco Stortoni. La storia di Aida verrà raccontata come un’antica fiaba africana, ambientata non nell’Egitto immaginato da Ghislanzoni ma in una tribù etiope, tra il reale e il simbolico. “Ogni bambina sogna di diventare principessa” sarà l’incipit della storia: una rilettura per ragazzi, bambini e famiglie che attraverso i suoni di strumenti musicali come Balafon, Kora/N’goni, Tama, Bara e il flauto africano, si avvicineranno al mondo della principessa etiope. In scena l’attrice e cantante Bintou Ouattara, originaria del Burkina Faso, il soprano Fiammetta Tofoni, diplomata in Canto presso il Conservatorio “A. Casella” di L’Aquila e l’attore e musicista Souleymane Diabaté, in arte Petit Solo, giovane percussionista di spicco del Burkina Faso. Black Aida è una coproduzione dell’Associazione Arena Sferisterio e dell’Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata (ATGTP) e sarà protagonista di una tournée prima sul territorio marchigiano e poi raggiungerà anche Como, Roma e Parma (qui di seguito il calendario in dettaglio).

Check Also

Giornata Mondiale dell’Alzheimer. A Macerata serie di eventi e incontri per sensibilizzare sulla malattia

Il Comune di Macerata, in collaborazione con l’Asur Marche, l’Ambito Sociale Territoriale 15, l’Azienda Pubblica …