Altri due treni Rock e servizi per il trasporto nelle Marche. Trenitalia e Regione presentano le novità estive

Novità del trasporto delle Marche ad inizio estate: si arricchiscono di una guida per un tour nelle tante e straordinarie mete turistiche che il territorio offre, di altri due treni Rock, di nuovi servizi, Piceno line e Urbino link, che si aggiungono ai servizi estivi Marche line, Conero link e Fermo link. Inoltre un accordo con le forze dell’ordine sui convogli regionali per garantire sempre maggiore sicurezza tramite l’utilizzo dell’App Board Support.
Ad illustrare le tante proposte, questa mattina, in Regione, l’assessore ai trasporti Guido Castelli, insieme a Sabrina De Filippis, direttore trasporto regionale di Trenitalia e Marco Bolasco, direttore divisione non fiction di Giunti editore. Presenti anche Fausto del Rosso, direttore regionale di Trenitalia Marche e Francesco Zamichieli, direttore iniziative speciali di Giunti editore.
“Vogliamo fare il punto oggi sullo splendido rapporto tra Regione Marche e Trenitalia che si rafforza e si arricchisce di nuovi partner come Giunti Editore – ha rilevato l’assessore ai Trasporti Castelli – Insieme abbiamo concertato una serie di proposte per rilanciare anche l’attrattività turistica contando su un servizio ferroviario di assoluta qualità a favore dei marchigiani e dei turisti. Strategici per un servizio sempre più a misura di cittadino – ha proseguito Castelli – gli altri due nuovi treni Rock di ultima generazione che rientrano nell’accordo con Trenitalia per garantire comodità, comfort, modernità e intermodalità. Così che pendolari e turisti possano trovare nel servizio ferroviario conferma dell’accoglienza del sistema Marche.
Abbiamo attivato anche nuovi servizi, Urbino link e Piceno line, che consentono di accedere su gomma da Pesaro ad Urbino, città universale, e ad Ascoli, candidata a capitale della cultura 2024, in maniera sempre più agevole. Un segmento dove la domanda è forte anche dai territori limitrofi. Abbiamo confermato ovviamente gli altri servizi e tutte quelle iniziative che vanno ad aumentare il numero di utenti del trasporto pubblico locale e ad accrescere l’utenza dei collegamenti ferroviari anche interni. Tutto nel rispetto delle norme Covid, in sicurezza, nell’auspicio che la crisi sanitaria abbandoni la morsa”. La strategia: “Dobbiamo abituare turisti e marchigiani alla opportunità di poter viaggiare comodamente, tempestivamente, con puntualità e in sicurezza. Ci siamo preoccupati anche di lanciare un nuovo accordo con le forze dell’ordine che si potranno censire in una app che renderà possibile ad ogni capotreno di sapere se nel convoglio ci sono agenti di sicurezza per dare una mano nel caso ci siano problemi di natura di ordine pubblico. Infine, abbiamo anche occasione di proporre con Trenitalia la guida ‘Marche in treno’ che indica con precisione le offerte trasportistiche e quelle di carattere turistico”. Nell’Italia post pandemia e che confida nel turismo di prossimità per poter rilanciare se stessa, conclude Castelli “le Marche sono sicuramente pronte alla sfida, e ci sono già i primi segnali incoraggianti dalle prenotazioni”.

Check Also

Torna agibile palazzo Valentini a San Severino Marche. Lavori di recupero post terremoto per 575 mila euro

Dopo attenti lavori di recupero e restauro, che hanno consentito oltre alla riparazione del danno …