Giro d’Italia. “Lettera della coscienza” consegnata in Comune a Macerata dai volontari del Sermig

La “Lettera della coscienza” è stata consegnata ieri mattina, in occasione del passaggio del Giro d’Italia nel territorio, al vice sindaco di Macerata Francesca D’Alessandro da parte di alcuni volontari del Sermig, nell’ambito del progetto “3479 chilometri di speranza” ispirato alla solidarietà, all’impegno per la pace ma che vuole rappresentare anche un segno concreto per ridurre le distanze in tempo di pandemia. Il Servizio Missionario Giovani è partner sociale della corsa rosa e la “lettera alla coscienza”, consegnata ai rappresentanti della società civile e delle istituzioni in Italia, è una delle diverse iniziative di solidarietà legate all’edizione 104 di uno tra i più importanti appuntamenti nazionali e internazionali con il ciclismo.

Check Also

Raddoppiano le iscrizioni extra UE all’Università di Macerata. Arrivate 3 mila domande

L’emergenza da Covid 19 non frena la corsa all’internazionalizzazione dell’Università di Macerata: per l’anno accademico …