Treia, riaperta la chiesa di San Michele. Era stata resa inagibile dal terremoto del 2016

E’ stata riaperta ai fedeli, ieri, a Treia, la chiesa di San Michele, danneggiata dal terremoto del 2016. All’inaugurazione era presente il vescovo di Macerata, mons. Nazzareno Marconi, il sindaco di Treia, Franco Capponi, il parroco don Alejandro e i titolari della ditta Fiorelli che ha realizzato i lavori alle murature e alla parte sotto la vela del campanile. In realtà i lavori erano terminati alcuni mesi fa, poi il Covid e un’interruzione richiesta dalla Sovrintendenza delle Marche, hanno fatto ritardare la riapertura ad ora. Attivati anche gli spazi per il catechismo e altre attività per i bambini.

Check Also

Via Crucis con il vescovo e il sindaco di Macerata. La zona rossa non consente altri partecipanti

Il permanere del nostro territorio in Zona Rossa, cioè ad alto rischio di contagio Covid-19, …