Porto Recanati, arrestato rapinatore seriale. Si faceva chiamare “Balotelli”

Si faceva chiamare “Balotelli” il 30enne senegalese domiciliato a Porto Recanati – ma di fatto senza fissa dimora – arrestato lo scorso giovedì dai Carabinieri della locale stazione. L’uomo è accusato del reato di rapina e lesioni personali. Uno degli episodi contestati risale alla mattinata del 28 dicembre 2017, quando il giovane ha aggredito una donna cinese sul lungomare sottraendole la pochette tenuta a tracolla: a causa dei colpi inferti alle spalle e alla schiena, la giovane è caduta a terra riportando 6 giorni di prognosi. Due giorni prima, il 30enne aveva strappato un cellulare a una donna al 6° mese di gravidanza mentre passeggiava in Corso Matteotti, fortunatamente senza conseguenze fisiche. Le indagini dei Carabinieri hanno permesso di raccogliere nel tempo numerosi elementi di identificazione, dall’abbigliamento, all’utilizzo abituale delle biciclette per lo spostamento, fino al riconoscimento fotografico. l’uomo, che già nel 2016 era stato denunciato per rapina, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Ancona – Montacuto (AN).

Check Also

Montecassiano è “Comune amico del turismo itinerante”. Cartelli all’ingresso del borgo

Montecassiano è “Comune amico del turismo itinerante”. La sala consigliare ha ospitato l’altro pomeriggio, una …