Ultime notizie
Home / News / Apposta una targa in ricordo di Silvio Spaccesi. Nella casa di Macerata dell’indimenticato attore comico
Apposta una targa in ricordo di Silvio Spaccesi. Nella casa di Macerata dell’indimenticato attore comico

Apposta una targa in ricordo di Silvio Spaccesi. Nella casa di Macerata dell’indimenticato attore comico

“Da questa casa partì Silvio Spaccesi (1926 – 2015), attore e capocomico, portando con successo la sua arte sui palcoscenici italiani e onorando il mondo dello spettacolo insieme al nome di Macerata, la sua amata città che mai ha dimenticato.” Questa la targa apposta dall’Amministrazione comunale, in viale Don Bosco 13 a Macerata, sulla casa dell’attore maceratese a cinque anni dalla scomparsa.
La cerimonia si è tenuta il 1 agosto, giorno della sua nascita, alla presenza del figlio Fabio, degli amici dell’attore e delle autorità che insieme al sindaco Romano Carancini, all’assessore Narciso Ricotta e Stefania Monteverde hanno ricordato la figura di Spaccesi.
“Una figura significativa e rappresentativa per la città – ha detto il sindaco – e l’Amministrazione ha voluto lasciare un segno che lo ricordi per sempre come un pezzo di identità e umanità della nostra città, che lui mai aveva dimenticato.” “Portare lo spettacolo comico e il cabaret al cine teatro Italia era un grande desiderio di Silvio Spaccesi – ha aggiunto Ricotta –  un progetto su cui lavorare per il futuro.”
“Macerata è una città di grande tradizione teatrale e culturale –  ha detto l’assessore Stefania Monteverde – e questo lo ricordiamo non solo onorando i grandi personaggi del mondo teatrale come Spaccesi, ma anche praticando il teatro contemporaneo con le tante compagnie cittadine e nazionali.”
Il ricordo di Spaccesi è venuto dal figlio Fabio, che ha sottolineato la passione di suo padre per il teatro contemporaneo e la sua ricerca e valorizzazione di autori e opere poco conosciuti.” Fabio Spaccesi ha ringraziato l’Amministrazione comunale di aver mantenuto la promessa di ricordare suo padre fatta il giorno del funerale. Sergio Cicconi, anch’egli presente alla cerimonia,  ha formalizzato al Comune la richiesta della targa, desiderata e voluta da anni da un grande amico scomparso di Spaccesi, Euro Saltari, la cui vedova Rosalba e la figlia Daniela erano presenti alla cerimonia per onorare l’amico scomparso.
Anche amici maceratesi di Silvio e personaggi del mondo del teatro e della cultura, come Quinto Romagnoli, Carlo Carelli e Enzo de Santis, hanno ricordato l’attore e doppiatore maceratese che ha iniziato a muovere i suoi primi passi nel mondo del teatro alla fine degli anni ’40 con la  compagnia “Don Bosco” dei Salesiani, dalla quale il registra Angelo Perugini lo ha portato nella compagnia “Palmarini” da cui è poi partito per Roma negli anni ‘50 per frequentare l’Accademia d’Arte drammatica e iniziare  la sua carriera nel cinema, teatro e televisione. È noto per essere stato la voce di Yoda in Star Wars e San Francesco d’Assisi nel musical “Forza venite Gente”.