Ultime notizie
Home / Taccuino / MOF 2020. Torna InclusivOpera con nuove attività
MOF 2020. Torna InclusivOpera con nuove attività

MOF 2020. Torna InclusivOpera con nuove attività

Macerata Opera Festival. Non può mancare anche quest’anno InclusivOpera, il programma pluridecennale di attività per rendere l’opera accessibile ai disabili sensoriali di tutte le età che arrivano al festival da tutta Italia e ai quali vengono proposti il servizio di audio descrizione per le opere, descrizioni in LIS e percorsi tattili alla scoperta dei titoli in scena e quest’anno anche delle opere d’arte di Palazzo Buonaccorsi. Primo appuntamento quest’oggi, sabato 25 luglio alle ore 17 con un nuovo percorso “Arte e Musica” dedicato ai soci UICI e guidato da tre ragazzi ciechi e ipovedenti: Brando Tirani (15 anni), Giulia Tassoni e Valeria Angeletti (20 anni). Quindi serata allo Sferisterio per Il trovatore (alle ore 21) che sarà preceduto dall’audio introduzione. Domenica 26 luglio alle ore 18.15, allo Sferisterio, percorso tattile tutto musicale dedicato al Don Giovanni: i professori dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana interagiranno con Aldo Grassini, presidente del Museo Statale Tattile Omero di Ancona. Quindi recita del Don Giovanni (ore 21) con l’audio descrizione.

C’è una bella novità quest’anno: le audio descrizioni sono state registrate dal team InclusivOpera con la voce di Valeria Angeletti (20 anni, non vedente), che ha memorizzato le diverse parti del testo per poterle registrare e accompagnare quindi nella fruizione gli spettacoli le persone cieche. Per accogliere le persone sorde, sono state predisposte le mascherine trasparenti così da permettere loro di leggere il labiale.

InvlusivOpera è un progetto ideato e coordinato da Elena Di Giovanni e realizzato con l’Università di Macerata, il Museo Statale Tattile Omero di Ancona, l’Unione Italia dei Ciechi e degli Ipovedenti e l’Ente Nazionale Sordi.
Il progetto di accessibilità dell’Associazione Arena Sferisterio InclusivOpera è stato il primo in Italia: avviato nel 2008, consisteva inizialmente in un audio descrizione dello spettacolo a favore dei ciechi; dopo il successo e la crescente partecipazione, le attività sono state annualmente ampliate e aggiornate fino a divenire un punto di riferimento a livello internazionale. Nel 2018, InclusivOpera ha ottenuto il Premio Nazionale Inclusione 3.0, promosso dall’Università di Macerata per valorizzare percorsi e progetti volti all’inclusione delle persone con disabilità. Dall’audiodescrizione di uno spettacolo, si è passati a quella relativa a tutte le opere in programma all’attivazione del servizio di sopratitoli, per proseguire con la creazione di percorsi in LIS per i non udenti, e all’inserimento delle audiodescrizioni nel sito dello Sferisterio / pagina InclusivOpera, così da essere disponibili per tutto il pubblico. L’attività di InclusivOpera – presentata a convegni e meeting internazionali – ha raccolto in media un bacino di utenti assai numeroso (oltre 200 partecipanti all’anno) che giungono a Macerata da tutta Italia, grazie alle collaborazioni in essere e alle attività di studio e promozione seguite da uno staff di specialisti. In questo anno segnato dalle normative di contenimento della pandemia, in programma è stato rimodulato e riprogrammato secondo le possibilità.