Ultime notizie
Home / Taccuino / Risorgimarche, al via il 18 luglio. Concerti tra borghi, siti archeologici ed escursioni
Risorgimarche, al via il 18 luglio. Concerti tra borghi, siti archeologici ed escursioni

Risorgimarche, al via il 18 luglio. Concerti tra borghi, siti archeologici ed escursioni

Sarà una quarta edizione modulare di RisorgiMarche, con 18 concerti “più intimi” dislocati tra borghi, siti archeologici ed escursioni all’alba e al tramonto. Ad annunciarlo in video conferenza Neri Marcorè e Giambattista Tofoni, che hanno anche illustrato la prima parte di un programma che prenderà il via sabato 18 luglio da Falerone e che vedrà la partecipazione di artisti del calibro di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, Ambrogio Sparagna, La Banda della Ricetta, Peppe Servillo & Solis String Quartet, Ziad Trabelsi e Carthage Mosaik, Enzo Avitabile e Dente. Un festival che, nelle intenzioni degli organizzatori, sarà ancora di più all’insegna della solidarietà per la rinascita delle comunità marchigiane colpite dal sisma del 2016. “Abbiamo iniziato nel 2017 e quest’anno ci troviamo con una problematica in più legata all’emergenza Covid – ha spiegato Marcorè -. Ma proprio perché a noi piacciono le difficoltà, abbiamo deciso di procedere con la quarta edizione e tutti gli attori che hanno dato forza e sostegno in questi 3 anni sono stati entusiasti nel farlo. Sarà una quarta edizione speciale, con le limitazioni che impongono delle variazioni alla tradizionale formula di RisorgiMarche”. Quindi, niente concerti sui prati ma massima attenzione alle eccellenze dislocate nell’area del cratere sismico, tra piazze, chiese, musei ed enogastronomia. E anche quest’anno la Regione Marche non ha fatto mancare il proprio supporto, come ribadito da Moreno Pieroni, assessore regionale alla Cultura. “Il nostro rapporto va al di là del semplice momento istituzionale e insieme ci poniamo un duplice obiettivo: mantenere alta l’attenzione in quei territori bellissimi dal punto di vista paesaggistico; valorizzare sempre più l’economia con un indotto che tutti insieme abbiamo creato, dando un respiro interessante a quelle attività commerciali e a concittadini che uscivano da un grande dramma. Come Regione lo facciamo con la consapevolezza che voi di RisorgiMarche avete a cuore questi nostri territori. Penso che questa iniziativa debba diventare sempre più strutturale: una scommessa partita 4 anni fa, infatti, oggi è una realtà nazionale e dobbiamo fare di tutto per farla continuare a vivere. Vi ringrazio per quello che avete fatto e perché ancora una volta siete con noi”.
Le restrizioni attualmente in vigore hanno spinto Marcorè e Tofoni a ragionare su altri spazi, tra i quali i meravigliosi siti archeologici dislocati nelle province di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno. “Non possiamo che accogliere con entusiasmo questa iniziativa che deve fare i conti con una situazione particolare – ha commentato Daniela Tisi, consigliera nazionale della ICOM (International Council of Museums), organizzazione internazionale dei musei e dei professionisti museali associata all’UNESCO e con lo status di organismo consultivo presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC) -.
È un evento positivo che permette una riscoperta dei luoghi della nostra cultura. In questo modo si va ad aiutare un settore che dopo il terremoto, ma soprattutto dopo la pandemia, è abbastanza in difficoltà. Per questo patrociniamo con entusiasmo un’iniziativa che sentiamo vicina non solo ai cittadini, ma anche al nostro stesso concetto di museo che si apre alla comunità e che non ha pareti”. Un requisito di RisorgiMarche, ha sottolineato Marcorè, era di non limitare il flusso e far conoscere le realtà del territorio, portando economia in zone che rischiavano invece di essere trascurate. “Un principio che però quest’anno non può essere mantenuto nella sua interezza per le regole contro il Covid. Quindi, in questa variazione puntiamo molto sul turismo di prossimità e con l’occasione di andare a seguire un’artista il nostro invito è quello di restare nel borgo per conoscere musei, opere d’arte e strutture del territorio, magari fermandosi a dormire”. A Tofoni il compito di illustrare le caratteristiche tecniche di questa quarta edizione. “Seguiremo scrupolosamente quanto previsto dalle legge, come abbiamo sempre fatto negli anni passati. Purtroppo nei prati e nei monti l’accesso è omnidirezionale e quindi non possono essere circoscritti gli spazi e censite le persone, prerogative queste invece previste dalla legge attualmente in vigore che contempla anche l’obbligo di mantenere la lista degli spettatori per 15 giorni. Quest’anno, quindi, siamo forzatamente ma anche con piacere tornati alle formule inserite in occasione della terza edizione, vale a dire i concerti nei borghi e i concerti escursioni, le uniche possibili oggi e che ci permetteranno di censire le persone attraverso una prenotazione obbligatoria”. A questo si aggiunge la scelta di applicare una sorta di biglietto solidale a 5 euro, con tutto l’incasso che verrà devoluto al Comune ospitante. “Per chi vuole contribuire ulteriormente ci sarà un biglietto sostenitori a 20 euro”
Sul tema delle risorse Marcorè e Tofoni hanno voluto ricordare come nelle prime tre edizioni nemmeno un centesimo sia stato tolto alla ricostruzione, in virtù del fatto che i fondi per RisorgiMarche sono stati e restato destinati esclusivamente alla cultura. In questi ultimi mesi sono state migliaia le sollecitazioni da parte di quello che è stato definito “il popolo di RisorgiMarche”, ma soprattutto dai Comuni colpiti dal terremoto. “Ci hanno chiesto di non essere abbandonati, un appello che abbiamo raccolto per poi chiedere loro di presentare proposte per gli spazi, attraverso i quali vorremmo anche rappresentare la bellezza degli stessi borghi, siti archeologici compresi”. “Riguardo agli artisti – ha proseguito Marcorè – le consultazioni sono ancora in corso e ci saranno nuove adesioni nel corso delle settimane, quindi invitiamo a seguire sempre gli aggiornamenti sui nostri social e sul sito. Potrebbero esserci anche due o tre colpi abbastanza importanti, che saremmo fieri di annunciare”.
Numerosi i ringraziamenti, a partire dal pubblico per la grande civiltà dimostrata in occasione di tutti gli eventi e per avere recepito consigli e richiami sulla pulizia dei luoghi. Parole di forte apprezzamento sono state espresse da Marcorè e Tofoni per Protezione Civile, sistema sanitario e Prefetture, oltre che per gli sponsor che hanno sostenuto il festival sposando pienamente il concetto di solidarietà. “Anche in questa edizione – ha evidenziato Tofoni – sosterremo l’Anffas attraverso la vendita del merchanding”. Altra novità è il pagamento degli artisti, che nelle edizioni precedenti avevano partecipato a titolo gratuito. “Ce lo siamo imposti – ha spiegato Marcorè – perché il settore degli spettacoli dal vivo è stato il più colpito e vogliamo manifestare concretamente il nostro rispetto per artisti, musicisti e tecnici”. “Andiamo avanti con il nostro impegno e la nostra buonafede – ha concluso, dopo aver rimarcato il grande indotto economico generato da RisorgiMarche a favore delle comunità locali – cercando sempre di costruire qualcosa di positivo”. L’edizione 2020, prodotta da TAM Tutta un’Altra Musica, è stata realizzata con il contributo di Regione Marche e Mibact (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali), con la collaborazione di FBT e Pallottini Antincendi, oltre che con la cooperazione dei Comuni di Apiro, Corridonia, Falerone, Montemonaco, Offida, Sarnano, Treia ed altri verranno annunciati nei prossimi giorni. La manifestazione, inoltre, gode dei patrocini di Unione Montana Potenza Esino Musone, Icom-Italia, Collegio Guide Alpine delle Marche e Touring Club.
IL PROGRAMMA

Sabato 18 Luglio 2020
PETRA MAGONI & FERRUCCIO SPINETTI “MUSICA NUDA”
“Verso Sud” Teatro Romano – Falerone FM
Mercoledì 22 Luglio 2020 AMBROGIO SPARAGNA TRIO
“Il viaggio di Giuseppantonio” Villa Fermani – Corridonia MC
Sabato 25 Luglio 2020 LA BANDA DELLA RICETTA
Parco Monteguarnieri – Montemonaco AP
Martedì 28 Luglio 2020
PEPPE SERVILLO & SOLIS STRING QUARTET  “Presentimento”
Piazza della Repubblica – Treia MC
Mercoledì 29 Luglio 2020 ZIAD TRABELSI & CARTHAGE MOSAIK
Abbazia Sant’Urbano – Apiro MC
Sabato 1 Agosto 2020 ENZO AVITABILE TRIO “Acoustic World”
Piazza Alta – Sarnano MC
Domenica 2 Agosto 2020 DENTE “Live Acustico”
Piazza del Popolo – Offida AP

INIZIO CONCERTI ORE 19 CIRCA I luoghi e gli orari dei concerti e le modalità di accesso possono variare: verificare sempre il programma sul sito www.risorgimarche.it e sui nostri canali social