Ultime notizie
Home / News / Macerata, solidarietà al questore dal sindaco Carancini e dai dem Micucci e Sciapichetti
Macerata, solidarietà al questore dal sindaco Carancini e dai dem Micucci e Sciapichetti

Macerata, solidarietà al questore dal sindaco Carancini e dai dem Micucci e Sciapichetti

Il sindaco di Macerata, Romano Carancini, esprime la sua vicinanza al questore Antonio Pignatro vittima, negli ultimi tempi, di una serie di atti vandalici: “Esprimo tutta la mia solidarietà al questore Antonio Pignataro per gli atti vandalici oramai non più sporadici ma sistematici e vili – afferma il sindaco Romano Carancini – che colpiscono la sua persona e il suo ruolo. Se il tentativo di pochi che prediligono la minaccia e l’offesa è quello di dividere le Istituzioni e di farle sentire deboli, sappiano che al contrario questi atteggiamenti non fanno che compattare l’impegno di tutti nella lotta allo spaccio e all’illegalità. La battaglia del Questore e di tutte le altre Istituzioni coinvolte, ciascuna per la propria parte di competenza, continuerà sicura e ostinatamente convinta che il benessere dei cittadini dipende principalmente dalla loro sicurezza.”
Anche il capogruppo Dem, Francesco Micucci e l’assessore regionale Angelo Sciapichetti esprimono il loro sostegno al Questore ed al suo operato, ed una netta condanna dell’accaduto: “L’ignobile gesto di imbrattare gli edifici del centro storico di Macerata con scritte denigratorie rivolte al questore Pignataro non rappresentano in alcun modo il pensiero dei cittadini maceratesi. L’opera intrapresa dal questore con il giro di vite per combattere la tossicodipendenza e le ludopatie è preziosa e trova il pieno appoggio della popolazione nonché dei sottoscritti che condannano fermamente tali inaccettabili atti vandalici. E’ grazie a persone come il questore Pignataro- continuano Micucci e Sciapichetti- se possiamo avere ancora fiducia in un futuro migliore. Non abbassiamo la guardia sulla lotta allo spaccio e alle attività illegali messe in essere dalla criminalità organizzata”.