Ultime notizie
Home / Sport / Trasferta amara per la Menghi Macerata sconfitta dall’Aurispa Alessano
Trasferta amara per la Menghi Macerata sconfitta dall’Aurispa Alessano

Trasferta amara per la Menghi Macerata sconfitta dall’Aurispa Alessano

La trasferta pugliese si conferma dura come pronosticato alla vigilia e i biancorossi escono sconfitti dopo una gara molto combattuta, tirata e sofferta. In un caldissimo Palazzetto dello Sport di Tricase, la Menghi Macerata si è ritrovata sotto ma è cresciuta nel corso dei set. La squadra è stata anche sfortunata in alcuni episodi, non riuscendo a trovare il 2 a 2 al quarto set che avrebbe riaperto la sfida e garantito di tornare a casa con almeno un punto.

LA CRONACA – L’Aurispa Alessano scende in campo con il temibile Boswinkel, Erminio Russo e Dal Bosco, al centro c’è Catena, Ciardo al palleggio e Davide Russo libero. Per la Menghi Macerata sestetto collaudato con la forza di Rizo e Gabriele accompagnata dall’esperienza del Capitano Monopoli e di Calonico al centro, infine Nasari e Gabbanelli. La partita inizia subito combattuta e mostra uno spartito che non cambierà per tutta la gara: le due squadre lottano punto a punto con frequenti rovesciamenti di punteggio. È Alessano che prova a scappare per prima sul 16-9, ma Macerata non molla e si avvicina 18-15 anche grazie ad una serie di buone battute di Nasari. Lo svantaggio si assottiglia 20-19 tuttavia nel momento decisivo hanno la meglio gli avversari. Macerata si ritrova ad inseguire e sale anche un po’ di nervosismo per qualche decisione dell’arbitro. Il secondo set resta in equilibrio ma di nuovo il finale è favorevole ad Alessano. Decisivo il terzo set dove i biancorossi reagiscono, vanno avanti, recuperano e resistono; Rizo guida la carica e stavolta è 23-25, partita riaperta. È sempre Alessano ad andare avanti però, anche nel quarto set, Macerata recupera e ribalta 10-11. Sul 16-16 grande spettacolo con recuperi miracolosi da una parte e dall’altra e un po’ di sfortuna a colpire i ragazzi di Di Pinto. Gli avversari prendono scappano ma di nuovo Macerata non si arrende e va vicina al recupero fino al 25-22 che chiude tutto.