Ultime notizie
Home / News / San Severino Marche, ospedale “Eustachio”. Terzo piano ristrutturato entro fine marzo
San Severino Marche, ospedale “Eustachio”. Terzo piano ristrutturato entro fine marzo

San Severino Marche, ospedale “Eustachio”. Terzo piano ristrutturato entro fine marzo

Si concluderanno entro fine marzo gli interventi di ristrutturazione edilizia del terzo piano dell’ospedale “Bartolomeo Eustachio” di San Severino Marche, destinato ad ospitare il nuovo reparto di lungodegenza e cure mediche. Il primo cittadino Rosa Piermattei e il direttore dell’Area Vasta 3 dell’Asur Marche Alessandro Maccioni hanno effettuato un sopralluogo nella struttura. I lavori prevedono la sostituzione del vecchio controsoffitto, l’adeguamento del sistema antincendio con il rifacimento dell’impianto idrico insieme a un nuovo impianto per i gas medicinali e un nuovo impianto elettrico comprensivo del quadro elettrico di piano. Nove le camere ricavate grazie ai lavori. Al terzo piano troveranno posto anche una palestra e gli spazi per la riabilitazione, gli studi medici di supporto, i locali per gli archivi e le cartelle cliniche, le postazioni per gli infermieri, due ambulatori per le visite e le medicazioni, una sala tv, mensa e ricreazione.Tutto il terzo piano dell’ospedale “Bartolomeo Eustachio” sarà anche dotato di un impianto di aria condizionata, inizialmente non previsto ma necessario per garantire maggior comfort ai pazienti, e si presenterà con un nuovo look e nuovi infissi interni sui quali compariranno serigrafie con alcuni scorci e paesaggi della città di San Severino Marche. “Con il sopralluogo di oggi – ha riferito il primo cittadino settempedano, Rosa Piermattei – abbiamo fatto una fotografia sullo stato del cantiere ripromettendoci, insieme al direttore dell’Area Vasta e ai tecnici, di tornare tra un paio di settimane prima della conclusione delle opere. Mi auguro di poter vedere i pazienti in corsia entro maggio”. “Per la Lungodegenza siamo partiti un anno dopo con i lavori per una mia scelta legata alla necessità di dover fare, dopo il sisma che ha rimesso in discussione risorse economiche ma anche e soprattutto umane, altri lavori importanti in altre strutture – sottolinea il direttore dell’Area Vasta 3 dell’Asur Marche, Alessandro Maccioni – L’ospedale di San Severino Marche ha però dimostrato di avere i numeri giusti. Qui, a titolo d’esempio, l’attività chirurgica è aumentata e sono stati fatti investimenti per quanto riguarda eccellenze importanti come l’Oculistica, l’Oncologia, la Radiologia e la Medicina insieme alla Chirurgia con la Week Surgery. Inoltre abbiamo dotato la struttura di una ambulanza medicalizzata H12 su di un nuovo mezzo avanzato che è stato inaugurato di recente.  L’ultimo cantiere partito è quello che riguarda il rifacimento delle facciate esterne di tutto il complesso per riparare il cemento armato ammalorato”.

P_20190215_093030-01 P_20190215_093049-01