Home / In Diocesi / Un busto in ricordo del duca Sigismondo Giustiniani Bandini. Inaugurazione all’Abbadia di Fiastra
Un busto in ricordo del duca Sigismondo Giustiniani Bandini. Inaugurazione all’Abbadia di Fiastra

Un busto in ricordo del duca Sigismondo Giustiniani Bandini. Inaugurazione all’Abbadia di Fiastra

Sabato 3  novembre, all’Abbadia di Fiastra, è in programma una giornata dedicata al duca Sigismondo Giustiniani Bandini nel centenario della sua morte. L’ultimo rappresentante della famiglia (1886-1918), morto a 32 anni a causa della febbre spagnola, viene ricordato per il suo impegno al fianco dei contadini manifestato durante l’amministrazione delle terre della sua famiglia, nelle zone di Fiastra, Sarrocciano e Santa Maria in Selva. Un amministratore umano e con spirito religioso che nel suo testamento (non aveva eredi), ha voluto che la tenuta di Fiastra venisse trasformata in quella stupenda riserva naturale che oggi è accessibile a tutti. La giornata di sabato per ricordare questa figura, è organizzata dalla Fondazione Giustiniani Bandini e dalla Diocesi di Macerata in collaborazione con l’Istituto Storico Maceratese e inizia alle 16,00 con gli interventi di Ivano Palmucci, vicedirettore dell’Archivio Diocesano di Macerata e di don Grigorij Linnik, Direttore dell’Archivio Diocesano di Macerata; a seguire la relazione di Giacomo Alimenti, autore del libro “Fondazione Giustiniani Bandini Cronache di 40 anni”. Domenica 4 novembre, alle 17,00, il vescovo di Macerata, mons. Nazzareno Marconi, celebrerà la Santa Messa. Alle 18,00, lettura scenica del testo “Sigismondo, l’uomo” di Pierfrancesco Giannangeli, a cura della compagnia teatrale Oreste Calabresi, per la regia di Diego Dezi. Seguirà l’inaugurazione e la benedizione del busto bronzeo dedicato al duca Sigismondo Giustiniani Bandini realizzata da Ermenegildo Pannocchia. Alle 19,00, merenda al ristorante Da Rosa.