Ultime notizie
Home / News / “Non ci hanno fatto bonificare”. Mancini si difende dopo le analisi negative alla Orim
“Non ci hanno fatto bonificare”. Mancini si difende dopo le analisi negative alla Orim

“Non ci hanno fatto bonificare”. Mancini si difende dopo le analisi negative alla Orim

“E’ una situazione paradossale. Vogliono farci chiudere?”. E’ l’amaro sfogo che questa mattina Alfredo Mancini, titolare della Orim di Piediripa, ha fatto con i dipendenti e i giornalisti riuniti nella sede dell’ordine degli ingegneri di Macerata. Ieri era arrivata l’ordinanza del sindaco di Macerata, Romano Carancini, a seguito dei risultati delle analisi effettuate dall’Arpam all’interno della perimetrazione della Orim di Piediripa (dove lo scorso luglio si è sviluppato un incendio) che hanno evidenziato superamenti della Concentrazione soglia contaminazione, con la quale viene disposto “il divieto di captazione e utilizzo delle acque sotterranee a scopo idropotabile e irriguo da pozzi privati ubicati in un’area cautelativamente compresa tra 300 m a monte e 800 m a valle della ditta. Mancini non ci sta ed è pronto a fare ricorso al Tar. Non nega l’evidenza della analisi negative, ma sostiene che ciò è accaduto perché non gli è stato permesso di bonificare l’area posta sotto sequestro da mesi, malgrado ci fossero tutte le possibilità per farlo. Intanto i 50 dipendenti della Orim hanno redatto una lettera aperta indirizza al sindaco Carancini per chiedere di poter tornare il prima possibile a lavorare.