Ultime notizie
Home / News / Dipendenze patologiche: i dirigenti scolastici di Macerata chiamati ad un’azione di contrasto
Dipendenze patologiche: i dirigenti scolastici di Macerata chiamati ad un’azione di contrasto

Dipendenze patologiche: i dirigenti scolastici di Macerata chiamati ad un’azione di contrasto

Si terrà domani alle 10.30, nell’Aula Magna dell’ITE Gentili di Macerata, l’incontro del Tavolo interistituzionale per l’analisi delle dipendenze patologiche con i dirigenti delle scuole superiori di questa provincia. Nel corso della riunione i partecipanti al Tavolo relazioneranno riguardo l’azione territoriale di contrasto e prevenzione alle dipendenze patologiche.
L’evento, promosso e coordinato dalla Prefettura di Macerata, è stato “pensato” da tutti i partecipanti al Tavolo per raccogliere le istanze del mondo della scuola sul fenomeno dell’uso degli stupefacenti. Sarà l’occasione per definire insieme ai dirigenti scolastici un percorso unitario e continuativo di prevenzione del fenomeno della tossicodipenza che abbia inizio sin dall’età scolare.
Dopo i saluti introduttivi del Prefetto, del Dirigente dell’ITE Gentili, del Direttore l’Ufficio Scolastico Regionale e del Direttore dell’Area Vasta 3 Asur, saranno illustrati i dati ed i progetti relativi all’azione di contrasto e prevenzione messi in campo dalle Forze di Polizia; sarà poi approfondita la tematica degli interventi a scuola e dei segnali di allarme che, già in età scolare, devono indurre a degli interventi e sarà infine affrontata la tematica del Piano Triennale dell’Offerta Formativa, come strumento per un’azione di prevenzione continuativa e sistematica dell’uso degli stupefacenti già in età scolare. Ampio spazio sarà riservato, durante ed al termine dell’incontro, agli interventi dei dirigenti scolastici.
Il Tavolo per l’analisi delle dipendenze patologiche è un’iniziativa promossa dalla Prefettura di Macerata, di cui sono parte attiva il Dipartimento per le Dipendenze Patologiche dell’Area Vasta n. 3 ASUR, la Procura della Repubblica, l’Ufficio Scolastico Regionale, la Questura, il Comando Provinciale Carabinieri, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, il Comune di Macerata, il Comune di Civitanova Marche, le Università di Macerata e Camerino, gli Ambiti Territoriali Sociali n. 14, 15, 16, 17 e 18, oltre alle associazioni e comunità di recupero PARS, GLATAD, La Rondinella, Parsifal, “Con Nicola oltre il deserto dell’indifferenza”, “Berta 80” .