Ultime notizie
Home / News / Posa della prima pietra per la scuola dell’infanzia di Pieve Torina
Posa della prima pietra per la scuola dell’infanzia di Pieve Torina

Posa della prima pietra per la scuola dell’infanzia di Pieve Torina

Posa della prima pietra per la nuova scuola dell’infanzia di Pieve Torina, uno dei paesi del Maceratese più colpiti dai terremoti del 2016. L’istituto sarà realizzato dalla Fondazione Francesca Rava, che costruirà così l’ottava scuola sull’intero cratere sismico del Centro Italia. Le altre sono state realizzate ad Arquata del Tronto, Norcia, Cascia e ad Eggi di Spoleto. La scuola dell’infanzia di Pieve Torina sarà antisismica e definitiva potrà accogliere fino a 60 bambini. Sarà pronta, ha detto il sindaco Alessandro Gentilucci, a settembre con l’avvio del prossimo anno scolastico.

La cerimonia si è aperta con la benedizione dell’Arcivescovo di Camerino-San Severino Marche, Mons. Francesco Giovanni Brugnaro,alla presenza di Paola De Micheli, Commissario Straordinario alla Ricostruzione e Angelo Sciapichetti, Assessore alla Protezione Civile della regioneMarche e del Sindaco di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci, che hanno posato la prima pietra nel cantiere della nuova scuola insieme aMariavittoria Rava, presidente della Fondazione. Presenti, inoltre, per la Fondazione Francesca Rava, la vice-presidente Maria Chiara Roti, la coordinatrice del Progetto Ricostruzione Scuole, Elisabetta Strada. E alcuni volontarigiunti da diverse parti di Italia.

«Grazie alla Fondazione Francesca Rava, alle Istituzioni e a tutti i donatori per questo straordinario gesto di solidarietà», ha dichiarato Paola De Micheli, Commissario Straordinario alla Ricostruzione. «Con la posa della prima pietra della nuova Scuola dell’Infanzia, si regala a questa popolazione ferita un gesto concreto di speranza e fiducia nel futuro».

«In seguito alle tremende scosse di terremoto che hanno messo in ginocchio Pieve Torina e l’intero territorio, si deve ora pensare alla ricostruzione. Come già abbiamo dimostrato, riteniamo fondamentale ripartire dalle necessità dei ragazzi, che sono il nostro futuro», afferma Alessandro Gentilucci, sindaco di Pieve Torina. «In un contesto come il nostro, soggetto a spopolamento, è fondamentale rispondere al più presto alle esigenze dei più giovani». Quindi, il Primo Cittadino di Pieve Torina, conclude: «In quest’ottica anche la costruzione della nuova Scuola dell’Infanzia è una priorità a cui diamo risposta immediata per il bene dei nostri bambini e delle loro famiglie, grazie all’importante supporto della Fondazione Francesca Rava».

«La costruzione di questa nuova Scuola dell’infanzia è frutto di un grande lavoro di squadra tra Fondazione, il Comune di Pieve Torina con le Istituzioni e i nostri donatori, alcuni dei quali presenti qui oggi per vedere con i propri occhi l’importanza del loro aiuto in questa terra così duramente colpita», dichiara Mariavittoria Rava, presidente della FondazioneFrancesca Rava che aiuta i bambini in condizione di disagio in Italia e nel mondo.«Quella che costruiremo è una Scuola non solo antisismica, ma anche bella, rispettosa dell’ambiente eprogettata con ilcontributo creativo dei marchigiani. Un altro importante traguardo a favore dei bambini».

Il progettotecnico architettonico e la direzione artistica della Scuola dell’infanziasono a cura Scuola di Architettura e Design dell’Università di Camerino.

Il progetto sarà realizzato con il sostegno dei partner strategici Alleanza delle Cooperative Italiane(Agci-Confcooperative-Legacoop), CGIL-CISL-UIL grazie al supporto dei quali la Fondazione ha potuto inizialmente impegnarsi nel progetto.

Al progetto ha contribuito anche l’Accademia Nazionale dei Lincei che ha conferito nel 2017 alla Fondazione Francesca Rava il Premio “Antonio Feltrinelli” per una impresa  eccezionale di alto valore morale e umanitario conseguente al sisma e alla catastrofe naturale che ha colpito le zone e le popolazioni del centro Italia. Ha rappresentato l’Accademia dei Lincei il Presidente emerito Lamberto Maffei, Presidente della  Fondazione “I Lincei per la Scuola”.

L’area di progetto occuperà una superficie di circa 1550 mq; un ringraziamento speciale va aMoncler che sostiene la realizzazione dell’area giochi.

Il campetto sportivo sarà realizzato grazie al contributo di Fondazione Milan. La Fondazione Francesca Rava ringrazia anche tutti gli altri donatori, privati e aziende amiche, che hanno sostenuto il progetto, tra i quali l’Associazione In ricordo di Simone Mazzanti, Autotime, GlobalGiving, DLA Piper, Iren, Piaget, Unicredit, Willis Tower Watson e Marina Militare Italiana.