Gentiloni a Macerata: orgoglioso per la candidatura nelle sue Marche. Firma per la nuova Questura

“Sono orgogliosissimo di essere candidato qui perchè la mia famiglia e in parte quella di mia moglie, è di queste parti”. Così il premier Paolo Gentiloni, ha aperto stasera, al Cineteatro Italia di Macerata, il suo intervento, affiancato dai candidati PD marchigiani. Ma questa è stata solo l’ultima tappa del suo pomeriggio tutto maceratese. Prima l’incontro a Pievetorina per fare il punto sulla ricostruzione post terremoto ed i provvedimenti da adottare, poi la visita nella sua Tolentino, alla Basilica di San Nicola anche qui con tanti lavoro da portare avanti. A Macerata, in prefettura, ha siglato il protocollo d’intesa tra il ministero dell’Interno, il Comune, la Cassa depositi prestiti investimenti e l’Agenzia delle entrate, sull’area delle ex Casermette di proprietà del Fondo investimenti per la valorizzazione comparto Plus, dove sorgerà la nuova Questura, a fianco delle nuove scuole Alighieri e Mestica. Gentiloni ha fatto riferimento ai recenti fatti di cronaca avvenuti a Macerata precisando che sia per l’omicidio di Pamela che per l’atto criminale di Traini si dovrà procedere con fermezza.

Check Also

Nuovo aumento dei positivi al Covid nelle Marche. Oggi sono 616

Ancora un aumento dei positivi al Covid nelle Marche. Il Servizio Sanità della Regione Marche …