Ultime notizie
Home / News / Macerata: Consiglio comunale rimandato. Mancano 5 consiglieri di maggioranza, la minoranza diserta
Macerata: Consiglio comunale rimandato. Mancano 5 consiglieri di maggioranza, la minoranza diserta

Macerata: Consiglio comunale rimandato. Mancano 5 consiglieri di maggioranza, la minoranza diserta

Dopo il terzo appello andato a vuoto, il presidente del Consiglio comunale di Macerata, Luciano Pantanetti, constatata la mancanza del numero legale, ha dichiarato deserta la seduta di oggi, rinviando i lavori a domani, alle 16. Mancavano all’appello cinque consiglieri di maggioranza e così l’opposizione ha preso la palla al balzo per non presentarsi e sottolineare che il sindaco Carancini ha difficoltà da tempo con i suoi.  Domani si ripartirà con la discussione di 5 delibere relative al regolamento per la disciplina del trattamento dei dati personali acquisiti attraverso l’impianto di videosorveglianza e lettura targhe attivato in città , l’affidamento dell’attività  di riscossione di alcune entrate patrimoniali all’Agenzia delle entrate, variazioni al bilancio 2017-2019, l’adesione del Comune di Loreto al Cosmari e rinuncia sottoscrizione aumento capitale sociale delega  e infine la variante parziale al prg per l’area scolastica in via Giuliozzi. Due invece gli ordini del giorno che verranno discussi e che riguardano il Tribunale di Macerata presentato dai consiglieri dell’Udc Tacconi e Foglia e l’attivazione di una circolare veloce e gratuita a completamento del nuovo sistema della mobilità  urbana avanzato dalla consigliera Contigiani e da altri rappresentanti del Pd. Infine il consesso cittadino prenderà  in esame 5 mozioni in merito a provvedimenti per borgo san Giuliano (Pantana di Forza Italia), all’impegno ad attuare una fase di sperimentazione contabile interna del metodo denominato “fattore famiglia” (Marchiori di Forza Italia e altri consiglieri), all’installazione di tre telecamere di sorveglianza nella zona della stazione (Mandrelli del Pd), al piano della sosta e ai titolari di contrassegno per disabili e all’Infopoint e piazza Mazzini (Menghi del Comitato Anna Menghi).