Ultime notizie
Home / News / Solidarietà: una casetta dal Lussemburgo per Fiuminata. Sarà il simbolo dell’accoglienza
Solidarietà: una casetta dal Lussemburgo per Fiuminata. Sarà il simbolo dell’accoglienza

Solidarietà: una casetta dal Lussemburgo per Fiuminata. Sarà il simbolo dell’accoglienza

Una casetta in legno per rafforzare un sodalizio che dura da decenni, ma anche per far sentire una vicinanza attiva a tutta la popolazione dell’entroterra marchigiano. E’ il dono che la comunità  di Differdange, in Lussemburgo, ha voluto riconoscere al Comune di Fiuminata. Due realtà  gemellate sin dai tempi in cui gli italiani partivano lasciando i campi delle nostre colline per andare a lavorare nelle miniere. Due storie, quelle di Differdange e di Fiuminata, che si sono intrecciate, rafforzate e, oggi, rinnovate con un gesto che significa tanto. “Fiuminata e Differdange portano avanti da decenni un meraviglioso sodalizio – ha affermato il sindaco Ulisse Costantini -. Ogni anno delegazioni dei rispettivi comuni rinnovano questo patto di fratellanza, ma quest’anno è diverso perché ci troviamo ad affrontare un’emergenza tremenda e l’amministrazione di Differdange ha voluto fare qualcosa in più. Fiuminata è un comune nel cratere, ma certamente abbiamo avuto meno danni di altri. Questo ha fatto si che le nostre seconde case siano diventate una opportunità  anche per ospitare persone che avevano perso le loro abitazioni nei comuni vicini e oggi possiamo dire che tra quelli del cratere, Fiuminata è il comune dell’accoglienza. Anche la casetta donata oggi dal sindaco di Differdange si inserisce in questa visione. Nei prossimi mesi – ha concluso il primo cittadino –  quello che oggi è un progetto donato diventerà  realtà: una casetta di legno di oltre 100 mq che allestiremo proprio per l’ospitalità , per accogliere”.. A donare il progetto e ad illustrare il percorso che ha portato una intera comunità  a raccogliere fondi per i concittadini fiuminatesi è stato lo stesso sindaco di Differdange, che ha ricordato come “Nessuna distanza potrà  mai tenere lontano chi vuole stare vicino. Soprattutto nei momenti di difficoltà , ora che il territorio e non solo Fiuminata, come mi ha spiegato il sindaco Costantini, fanno i conti con numeri terribili a seguito del sisma”.