Ultime notizie
Home / News / Cambiamenti climatici. Sedici Comuni marchigiani aderiscono al Patto europeo dei sindaci
Cambiamenti climatici. Sedici Comuni marchigiani aderiscono al Patto europeo dei sindaci

Cambiamenti climatici. Sedici Comuni marchigiani aderiscono al Patto europeo dei sindaci

“Volto e voce” dei sindaci impegnati nella lotta contro il cambiamento climatico e per garantire, a tutti, l’accesso all’energia. È il Consiglio del Patto europeo dei sindaci, appena insediato, a Bruxelles, nella sede della Commissione europea, con la partecipazione dell’assessore regionale delle Marche, Manuela Bora. Il Patto raggruppa 7 mila primi cittadini di 52 Paesi. Quelli europei rappresentano un terzo della popolazione dell’Unione. I sindaci aderenti intendono raggiungere gli obiettivi climatici ed energetici previsti dall’Unione europea per il 2020. Cinquecento di loro si prefiggono anche di ridurre del 40% le emissioni di gas serra entro il 2030. I Comuni marchigiani aderenti al Patto sono 16. Impegnati nella definizione dei propri Piani d’azione coerenti con le politiche europee per il clima e l’energia, raccolgono un terzo delle popolazione regionale. Il Consiglio insediato è composto da sette sindaci e da rappresentanti regionali, per favorire un’integrazione delle strategie locali con quelle regionali e nazionali. “Il Patto dei sindaci è stato lanciato, in Europa, nel 2008, con l’ambizione di unire i governi locali sensibili alle tematiche ambientali – ricorda l’assessora Bora – Partendo dai pionieri e dagli apripista, come Parigi, ha unito grandi e piccole città nella lotta contro il cambiamento climatico. Gli strumenti sono stati il monitoraggio delle singole azioni intraprese, lo scambio e la condivisione delle esperienze maturate. Province e Regioni coordinano, poi, il coinvolgimento delle città sul proprio territorio”.