Home / News / L’on. Irene Manzi in visita all’Istituto Divini di San Severino. Cofermata la ricostruzione della scuola
L’on. Irene Manzi in visita all’Istituto Divini di San Severino. Cofermata la ricostruzione della scuola

L’on. Irene Manzi in visita all’Istituto Divini di San Severino. Cofermata la ricostruzione della scuola

Visita istituzionale dell’onorevole Irene Manzi, segretario e componente della settima Commissione cultura, scienza e istruzione della Camera dei Deputati nella sede provvisoria dell’Istituto Tecnico Tecnologico “Eustachio Divini” di San Severino, ospitato nel plesso della scuola elementare “Alessandro Luzio”, e in quella dell’Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato “Ercole Rosa”. Ad accompagnarla il sindaco Rosa Piermattei, il dirigente scolastico dell’Itts, Rita Traversi, e il direttore dell’Ipsia, Massimo Martinelli, insieme ad alcuni docenti.
L’onorevole Manzi e il primo cittadino settempedano hanno voluto incontrare anche gli studenti delle due scuole per ascoltare le loro proposte e le loro richieste.
“Agli studenti del tecnico industriale – riferisce l’on. Manzi – abbiamo promesso una nuova scuola per l’avvio del nuovo anno scolastico. L’Itts, che è di proprietà della Provincia di Macerata, rientra in un elenco di nuovi edifici che verranno ricostruiti a seguito del terremoto. Si tratta di dodici scuole nel maceratese. Per il “Divini” sono già stati stanziati ben 9 milioni. Oltre alle classi verranno ricostruiti anche i laboratori già demoliti e per i quali era stata prevista la ricostruzione prima del sisma”.
All’onorevole Manzi e al sindaco Piermattei sono state presentate anche le nuove strategie dell’Itts, a partire da una nuova specializzazione in Grafica e comunicazione per attivare la quale si sta lavorando intensamente: “Faremo di tutto perché ciò avvenga – promesse il sindaco, che sottolinea – La visita dell’onorevole Manzi è stata molto importante per noi. Queste visite non ci fanno sentire soli. Dobbiamo credere nelle istituzioni e lavorare insieme perché i nostri progetti si realizzino per il bene della nostra comunità”.