Ultime notizie
Home / News / Sisma: riaperti i centri di accoglienza a Tolentino e San Severino
Sisma: riaperti i centri di accoglienza a Tolentino e San Severino

Sisma: riaperti i centri di accoglienza a Tolentino e San Severino

Per fortuna non si registrano particolari problemi o crolli a Tolentino, a seguito della scosse di terremoto di oggi. E’ stato comunque riaperto il punto di prima accoglienza all’interno dello Spazio ‘815, vicino alla multisala Giometti, per accogliere tutte le persone che non se la sentono di dormire a casa. A disposizione anche l’area Camper di zona Sticchi. Tutte le scuole di ogni ordine e grado del territorio di Tolentino, compresi gli asili nido e il CentroArancia, resteranno chiuse anche giovedì 19 gennaio, per consentire le verifiche post sisma. Dal Comune arriva la raccomandazione a tutti i cittadini di evitare di transitare sotto i cornicioni dei palazzi, specie in centro storico, in quanto sussiste il pericolo di caduta di neve dai cornicioni, resa ancora più pesante dalla pioggia e dall’aumento delle temperature.

Anche il sindaco di San Severino, Rosa Piermattei, ha deciso di riattivare uno dei centri di accoglienza per la popolazione dopo il susseguirsi di nuove scosse di terremoto. La struttura, dotata di brandine e di personale che presta assistenza a chi ne ha bisogno, si trova presso la vecchia palestra dell’Istituto comprensivo “Padre Tacchi Venturi”. Chi vuole può trascorrervi la notte.
E sempre il primo cittadino settempedano ha convocato d’urgenza anche una riunione del C.O.C., il Centro Operativo Comunale, che non è mai stato chiuso dopo le scosse di terremoto di fine ottobre al fine di seguire al meglio le fasi di gestione dell’emergenza che, in queste ore, riguarda sia il terremoto che il maltempo.