Ultime notizie
Home / News / Con il motto “non si molla mai” San Severino si prepara per il Natale
Con il motto “non si molla mai” San Severino si prepara per il Natale

Con il motto “non si molla mai” San Severino si prepara per il Natale

Pro Loco e Amministrazione comunale di San Severino stanno lavorando intensamente alla realizzazione del progetto di addobbo per il Natale per rendere ancora più bella la già suggestiva cornice di piazza Del Popolo. Superate tutte le questioni tecnico logicistiche, il presidente dell’associazione, Andrea Migliozzi, il sindaco, Rosa Piermattei, e l’assessore comunale allo Sviluppo Culturale, Vanna Bianconi, hanno effettuato un nuovo sopralluogo in piazza per dare le necessarie autorizzazioni alla predisposizione di quella che sarà la scenografia del Natale 2016.
“Com’è stato per il Bosco Urbano che ha fatto arrivare in città tantissime persone, anche turisti da fuori regione – sottolinea il presidente della Pro Loco di San Severino Marche, Andrea Migliozzi – anche quest’anno daremo vita a qualcosa di veramente unico. Abbiamo lanciato un concorso di idee negli scorsi mesi ma poi è arrivato il terremoto ed abbiamo dovuto rivedere qualcosa. Ma non vogliamo indietreggiare e piangerci addosso. Per questo abbiamo lanciato il motto “non si molla mai”, nemmeno di un centimetro. Con il direttivo dell’associazione, e con tanti soci che si sono detti subito pronti a raccogliere la sfida, abbiamo detto sì trovando appoggio e sostegno pieno da parte dell’Amministrazione comunale e di molte altre associazioni che operano con noi in città”.
Sindaco e Giunta si sono messi subito a disposizione. “Il Comune farà la sua parte in questo progetto a favore della città che vuole ridare speranza ai settempedani ma anche un aiuto ai commercianti di piazza del Popolo e delle vie limitrofe della nostra amata San Severino – commenta il sindaco, Rosa Piermattei – Qualsiasi iniziativa che ci possa aiutare a ripartire sarà sempre sostenuta da questa Amministrazione comunale che si sta impegnando, e molto, per l’emergenza terremoto ma che sta guardando, con fiducia, anche al futuro”.