Home / News / Camerino: si toglie la vita a 31 anni. Dopo il terremoto era preoccupato per il futuro della sua attività
Camerino: si toglie la vita a 31 anni. Dopo il terremoto era preoccupato per il futuro della sua attività

Camerino: si toglie la vita a 31 anni. Dopo il terremoto era preoccupato per il futuro della sua attività

Ha destato grande commozione, a Camerino, la morte del 31enne Adriano Pieretti che si è tolto la vita nella sua abitazione, nella notte tra mercoledì e giovedì. L’uomo, originario di Osimo, da tempo si era stabilito a Camerino dove aveva trovato anche la sua fidanzata. Gestiva l’edicola Il Calamaio, di fronte al plesso Betti, chiuso perchè dichiarato inagibile dopo il terremoto con il conseguente trasloco anche dei 500 studenti che lo frequentavano. Un colpo, a quanto pare, molto duro per l’edicola che ne ha risentito fortemente. Adriano Pieretti soffriva già di depressione ed era preoccupato per il futuro della sua attività, oltre che per il lavoro della fidanzata anch’essa costretta a chiudere l’attività dopo il 24 agosto. Evidentemente non ha retto. Ha lasciato un biglietto in cui chiede scusa per il gesto ai suoi familiari.