Home / Taccuino / Festival della Paura. A Porto Potenza tre giorni dedicati alla letteratura del brivido
Festival della Paura. A Porto Potenza tre giorni dedicati alla letteratura del brivido

Festival della Paura. A Porto Potenza tre giorni dedicati alla letteratura del brivido

Torna per il secondo anno consecutivo il Piccolo Festival della Paura, l’evento che esplora, stimola, mette a nudo le paure grazie a musica, cinema, workshop e incontri con i grandi autori nazionali della letteratura del brivido. Dal 18 al 20 agosto prossimi Porto Potenza Picena diventa la capitale della paura e villa Ipsia si trasforma in Villa Paurosa. Ideato e diretto da Chiara Bordoni in collaborazione con Elena Galassi, Kristian Sensini, Rossano Giorgetti, Valeria Sampaolo, Luca Pantanetti e l’agenzia editoriale Scriptorama per il Comune di Potenza Picena, prevede appuntamenti dal pomeriggio fino a tarda notte: proiezioni, spettacoli teatrali, approfondimenti, reading e la zombie walk dell’associazione “Fantasia Sogno Realtà”. Il tema del festival di quest’anno è il Sottinsù, con un’attenzione particolare  rivolta a tutto ciò che “viene da sotto” e che fa paura. Non importa sotto cosa: da sotto il letto, da sotto il mare, da sotto la terra, ma anche e più genericamente da sotto il cielo. Il proposito dell’organizzazione è che i partecipanti assecondino la loro curiosità, e vivano le tre serate come ciò che in effetti sono: spunti di riflessione, momenti di gioco e, perché no, anche divertenti momenti in cui provare una sana e innocua paura.
Tantissimi e di pregio gli ospiti della rassegna, e provenienti da tutta Italia, che si riuniranno attorno al fuoco, nella magica e lunga notte del 19 agosto, per un evento irripetibile e da non perdere, che proprio il Piccolo Festival della Paura ha reso possibile: racconti di paura, brivido e mistero raccontati dalle voci dei più grandi esponenti del genere.
Il festival sarà preceduto da una serata speciale, il 17 agosto,  con la proiezione del pluripremiato film “OLTRE IL GUADO (ACROSS THE RIVER)” del regista Lorenzo Bianchini. Dalle 22 a piazza Douhet il direttore artistico Danilo Arona (giornalista, critico letterario e cinematografico, autore, e tra i padri del genere horror in Italia) aprirà il festival intervistando il regista prima della proiezione (il film è vietato ai minori di anni 14).
Ingresso libero, si consiglia di portare cuscini e coperte per sedere nel parco.