Home / News / Emergenza maltempo: esondazioni dei fiumi a Sambucheto, Morrovalle e Montecosaro
Emergenza maltempo: esondazioni dei fiumi a Sambucheto, Morrovalle e Montecosaro

Emergenza maltempo: esondazioni dei fiumi a Sambucheto, Morrovalle e Montecosaro

Oltre 65 mm di pioggia sono caduti nelle Marche dall’inizio dell’emergenza maltempo, con picchi – segnalati nel Fermano – di 126 mm. La situazione in atto evidenzia numerose strade provinciali interdette al traffico e la chiusura delle scuole a Sant’Elpidio a Mare. La Sala operativa unificata ha ospitato la seconda riunione della giornata della Protezione civile regionale, alla presenza dell’assessore Angelo Sciapichetti. Il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, sta seguendo l’evoluzione della situazione, in costante contatto con la Soup.
“Tutto il sistema regionale della protezione civile si è attivato con la solita e riconosciuta efficienza e capacità operativa – ha detto l’assessore Sciapichetti – Continueremo a seguire l’evolversi della situazione che presenta le maggiori criticità nella porzione centrale e meridionale delle Marche, dove le piogge sono cadute più abbondanti e dove sono previsti altri rovesci. Anche il volontariato si è attivato per fronteggiare la situazione in atto e le evoluzioni che potranno essere determinate dagli scenari meteo delle prossime ore”.
Sulla base del report effettuato alle ore 13.00 odierne, il Maceratese segnala problemi nella Valle del Potenza e l’allagamento della zona di Sambucheto. La vallata del Chienti ha i torrenti al limite, con esondazioni nella zona di Morrovalle e Montecosaro.
Nel Fermano sono chiuse nove strade provinciali. Altre criticità sulla viabilità riguardano la SP 238 Valle dell’Aso, con diffusi allagamenti ma la strada resta percorribile.  Criticità particolari si hanno Montefortino (frane piccola e media entità), a Montelparo con alcune strade comunali chiuse, a Montottone, allagamenti nella zona industriale di Montegranaro. Ancora frane a Ortezzano e a Rapagnano.
Sotto osservazione, nell’Anconetano, i fiumi Aspio (Ancona sud) e Misa (Senigallia), in crescita a cause delle piogge in corso.