Ultime notizie
Home / In Diocesi / Il vescovo Marconi invita all’unione e al perdono nella cattedrale gremita di immigrati
Il vescovo Marconi invita all’unione e al perdono nella cattedrale gremita di immigrati

Il vescovo Marconi invita all’unione e al perdono nella cattedrale gremita di immigrati

Ha invitato all’unione e al perdono nell’Anno Santo che stiamo vivendo, come caratteri fondanti della Misericordia. Il vescovo di Macerata, mons. Nazzareno Marconi, nel corso della santa messa celebrata in cattedrale, davanti a fedeli di tante nazionalità, si è rivolto ai tanti fedeli presenti con questo appello  (ha quindi benedetto i bambini sotto i 5 anni delle famiglie straniere presenti). Oggi si celebra la Giornata Mondiale delle Migrazioni e la diocesi di Macerata, come ogni anno, ha promosso diversi momenti di comunione con le tante persone che vivono nel nostro territorio e che provengono da diversi paesi del mondo. Allietata da canti in inglese e in indiano, la celebrazione eucaristica è stata un grande momento di condivisione. Anche a concelebrare la santa messa c’erano sacerdoti di varie nazionalità e soprattutto diversi preti nostrani da sempre impegnati nelle missioni all’estero e nell’attività di accoglienza nella nostra diocesi, tra tutti don Alberto Forconi, presidente dell’associazione Migrantes e padre Alberto Panichella che per 30 anni è stato missionario in Brasile. Tutto questo a testimoniare, una volta di più, che vivere pacificamente si può, magari cercando di aiutare chi arriva da paesi lontani in cerca di una vita migliore. La giornata di festa è proseguita all’Istituto dei Salesiani con il pranzo a base di piatti tipici delle varie nazionalità presenti.