Home / News / Grande dolore per la morte di Roberto Torregiani. Il pompiere di Montelupone ha sacrificato la sua vita per il lavoro
Grande dolore per la morte di Roberto Torregiani. Il pompiere di Montelupone ha sacrificato la sua vita per il lavoro

Grande dolore per la morte di Roberto Torregiani. Il pompiere di Montelupone ha sacrificato la sua vita per il lavoro

Dopo un anno e mezzo di calvario si è spento, ieri notte, Roberto Torregiani. La notizia ha destato subito una grande commozione nella popolazione maceratese e non solo. Roberto, pompiere 47enne di Montelupone, era ricoverato al Santo Stefano di Porto Potenza Picena, dopo l’incidente che gli era capitato il 18 giugno 2014 mentre svolgeva il suo lavoro. In quel giorno infatti, insieme ai suoi colleghi, stava svolgendo servizio di soccorso al silos della Gfl di Recanati, quando uno scoppio improvviso lo ha investito. Tra i vigili del fuoco presenti, Roberto ha subito le maggiori conseguenze, tant’è che non ha più ripreso conoscenza. Oggi sono in tanti a ricordarlo, molteplici i messaggi a livello istituzionale, del ministro dell’interno Angelino Alfano, del presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, del capo dipartimento dei vigili del fuoco, Francesco Musolino. E poi i tanti colleghi e amici che testimoniano il grande dolore e vicinanza alla famiglia di Roberto, il quale ha dato un grande esempio di dedizione e sacrificio.