Ultime notizie
Home / Sport / La Maceratese nella storia. I biancorossi tornano tra i professionisti davanti a cinquemila persone
La Maceratese nella storia. I biancorossi tornano tra i professionisti davanti a cinquemila persone

La Maceratese nella storia. I biancorossi tornano tra i professionisti davanti a cinquemila persone

Maceratese-Olympia Agnonese 1-0

MACERATESE: Saitta, Cordova, D’Alessio (40′ st Tortelli), Perfett, Garaffoni, Marini, De Grazia, Romano, D’Antoni, Ferri Marini (32′st  Petti), Kouko (42′ st Bartolini).A disp.: Fatone, Cervigni, Lari,  De Crescenzo, Belkaid, Villanova. Al.: Magi.
AGNONESE: Biasella, Carpentino, Litterio, Natalini, Pifano (24′ st Perrotta, Pagliuca, Saltarin (15′ st Lisi), Ricamato, Ibe, Ceolin (23′ st Cantoro, Faggiano. A disp.: Vescio, Catalano, Lattarulo, Santoro, Gentile. All. Palazzo.
ARBITRO: Gossetto di Schio.
MACERATORE: 14′  st Kouko.
NOTE: spettatori 5mila circa. Ammonito Cordova. Angoli 18 a 5 per la Maceratese. Recupero: 2 + 5′.
Il sogno è diventato realtà, la Maceratese è in Lega Pro. I biancorossi battendo ieri l’Agnonese grazie al gol di Kouko tornano con pieno merito tra i professionisti al termine diuna stagione a dir poco entusiasmante trascinati da un pubblico spettacolare, oggi oltre cinquemila persone a spingere la squadra, e grazie ad un mix vincente tra staff tecnico, giocatori e società. La partita è stata vera ma la Maceratese ha ampiamente meritato il successo per le occasioni create, per il gioco e per la determinazione messa in campo contro un’Agnonese che ha tirato in porta una sola volta. La rete decisiva al 14′ della ripresa sul quattodicesimo tiro dalla bandierina arrivalo stacco vincente di Kouko che segna la suaquattordicesima rete stagionale.