Home / News / Via l’indennità di funzione per la giunta regionale. Così Spacca ha deciso di risparmiare
Via l’indennità di funzione per la giunta regionale. Così Spacca ha deciso di risparmiare

Via l’indennità di funzione per la giunta regionale. Così Spacca ha deciso di risparmiare

Il governatore delle Marche ha posto fine alla crisi che avrebbe potuto continuare a tenere banco in Regione fino alle prossime elezioni di primavera. Di fronte alla richiesta di rimpasto di giunta del segretario per Pd Francesco Comi – sostenuto in questo dai partiti alleati – o in alternativa di eliminare le indennità di funzione dell’esecutivo, ha deciso per quest’ultima. Dunque rimangono gli otto assessori attuali che però devono rinunciare, insieme a Spacca, all’indennità di funzione, consentendo così un risparmio. A questo proposito Spacca commenta: “Il compito di un presidente è esercitare fino all’estremo il senso di responsabilità e buon senso in ogni fase della vita delle istituzioni garantendo il loro funzionamento. Lo stimolo lanciato ai partiti sul contenimento dei costi della politica, con la riduzione da 8 a 6 degli assessori, si raggiunge comunque con la rinuncia volontaria all’indennità di funzione da parte del presidente e della giunta. E’ un segnale simbolico e significativo per la comunità alle prese con le difficoltà di ogni giorno”.