Ultime notizie
Home / News / Notte dell’Opera: giovedì Macerata si trasforma in una città dell’antico Egitto per Aida
Notte dell’Opera: giovedì Macerata si trasforma in una città dell’antico Egitto per Aida

Notte dell’Opera: giovedì Macerata si trasforma in una città dell’antico Egitto per Aida

La città di Macerata è pronta per la grande festa annuale dedicata alla stagione lirica. La Notte dell’Opera è ormai diventato un appuntamento imperdibile dell’estate marchigiana, basti pensare che lo scorso anno arrivarono in 50.000 per l’assedio alla Rocca di Castellor ispirato a Il Trovatore. Giovedì 31 luglio, per animare la città e i suoi quartieri sono previsti 50 eventi gratuiti, uno per ogni stagione lirica allo Sferisterio. Il programma, pensato da Francesco Micheli con la collaborazione del Comune di Macerata ma soprattutto di decine di enti, associazioni, imprese, commercianti, cittadini maceratesi, è ispirato alla trama di Aida e porta i personaggi, le musiche e le atmosfere del capolavoro verdiano per le strade trasformando la città nella terra dei Faraoni. Il centro storico, Corso Cairoli e Corso Cavour diventano palcoscenici di spettacoli musicali e di danza, giochi all’aperto per bambini e adulti, mentre tutti i negozi rimarrano aperti fino a notte fonda. A mezzanotte tutti i palchi saranno animati dalla musica. In centro storico, andrà in scena “Celeste Aida”, con la regia e conduzione del direttore artistico Francesco Micheli: sul palco, con lui, i cantanti solisti Elisabetta Martorana e Roberto Abbondanza, il pianista Simone Savina e il gruppo Li Pistacoppi.